menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom di sanificazioni nella Fase2: fatturati in crescita fino al 300%

I dati di Confartigianato Imprese Firenze: occhio ai prezzi e valutare il lungo termine

Crescita esponenziale del business per le aziende impegnate nella sanificazione professionale con l'avvio della Fase due che impone alle attività aperte al pubblico di garantire igiene e sicurezza sanitaria del luoghi attraverso l'applicazione di specifici protocolli. Un boom in cui non manca qualche polemica, come quella sollevata dal Codacons.

Secondo i dati di Confartigianato Imprese Firenze, negli ultimi due mesi le aziende della sanificazione professionale hanno fatto fino a duemila interventi: nella prima fase, quella del lockdown, sono state impegnate a garantire la sicurezza sanitaria nelle attività strategiche che non si sono mai fermate (farmacie, Rsa, ambulatori) per poi allargare il raggio d'azione a tutti gli esercizi che via via hanno avuto la possibilità di ripartire, dagli studi professionali ai parrucchieri, passando per bar e ristoranti.

Le aziende campione individuate dall'associazione di categoria hanno segnato incrementi di fatturato che variano dal 120% al 280% nel bimestre marzo-maggio e, oltre ad allargare il tradizionale bacino di clienti, adesso stanno fornendo soluzioni anche per il medio-lungo termine, visto che le procedure di sanificazione sono destinate a rimanere in vigore ancora a lungo: si va dalla possibilità di affittare i macchinari e procedere in proprio alle operazioni di sanificazione (un'opzione valida per le grandi superfici, come i residence ad esempio) fino all'opportunità di acquistare le attrezzature.

Il costo delle operazioni di sanificazione infatti varia in base ai metri cubi da trattare: un prezzo “equo”, secondo le stime dell'associazione di categoria, può essere giudicato un euro al metro cubo fino a 300 metri cubi e 40 centesimi oltre i 300 metri cubi: “Serve un approccio etico – dice Confartigianato Imprese – che garantisca il dovuto guadagno alle aziende della sanificazione e non strangoli gli imprenditori che già fanno fatica a ripartire. Episodi come quelli denunciati dal Codacons con tariffe fino a 25 euro e metro cubo sono totalmente inaccettabili”.


Confartigianato Imprese sta lavorando ad un protocollo che offra ai propri associati anche la possibilità di acquistare le attrezzature a condizioni di vantaggio: beneficiando del credito fiscale del 60% in 5 anni previsto dal Governo, con circa 5 mila euro è possibile comprare i macchinari necessari per sanificare in via continuativa un ufficio o uno spazio commerciale di 200 metri quadrati, garantendo in modo permanente un ambiente sano e protetto da polveri, particolato e virus sia ai lavoratori che ai clienti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento