rotate-mobile
Economia

Turismo: i ristoratori lanciano lo sportello 'sos lavoro' per aiutare ad assumere

L'iniziativa di TNI Italia. Sportello virtuale per i Cv. La richiesta: "Il governo reintroduca i voucher"

'SosLavoro'. E' questo il nome della nuova iniziativa del sindacato Tni Italia-FederTerziario che si pone l'obiettivo di favorire l'incontro tra domanda e offerta nel settore della ristorazione e della ricettività. Lo fa mettendo a disposizione uno sportello virtuale, aperto tutti i giorni, "rivolto a chi è a caccia di lavoro in ristoranti, bar, alberghi". Con questo sistema si "potrà inviare il curriculum e mettersi in contatto direttamente con le aziende iscritte a Tni Italia in cerca di personale. Il curriculum può essere inviato a info@tnitalia.it, mentre per accedere allo sportello basta collegarsi al sito www.tnitalia.it e scrivere un messaggio nella chat Sos Lavoro".

"Il mondo del turismo non trova personale? Vero, ma anche noi, imprenditori del mondo della ristorazione e ricettività, dobbiamo e possiamo fare la nostra parte", sottolinea Raffaele Madeo, presidente di Tni Italia-FederTerziario. "Per questo abbiamo voluto lanciare questa iniziativa, che vuole dare una mano sia a chi cerca lavoro, sia alle attività che, in vista della stagione estiva, non trovano personale e che hanno bisogno soprattutto di cuochi, aiuto cuochi e personale di sala. Si stima che per la stagione estiva in tutta Italia siano disponibili circa 60.000 posti di lavoro nel settore".

Ristoratori, l'allarme di Tni: "Fatturato in calo del 30%"

Oltre a questo, continua Madeo, "come addetti ai lavori ci sentiamo in dovere di smentire alcuni luoghi comuni, come ad esempio il fatto che i giovani non siano più interessati al mondo della ristorazione e che preferiscano il reddito di cittadinanza per gli stipendi troppo bassi. Non è così. Prima di tutto - precisa - applichiamo il nuovo contratto del turismo, di recente rinnovato da FederTerziario insieme a Ugl, che prevede una tariffa minima oraria adeguata alla mansione. Un cuoco può arrivare a guadagnare 2.000 euro al mese, un cameriere a 1.500". Inoltre, sottolinea Madeo, "le scuole che formano ci sono e sappiamo, ad esempio dall'istituto Buontalenti di Firenze, da dove escono 240 diplomati l'anno, che le iscrizioni aumentano".

Nella realtà fiorentina, conferma il vicepreside dell'istituto, Adriano Ariani, "siamo passati dalle 183 iscrizioni dell'anno scolastico 2020-2021 alle 232 del 2022-2023, con un incremento di quasi il 27%. E le imprese del turismo, alla
ricerca di personale che non trovano, ci contattano. Le richieste sono aumentate in modo esponenziale". Madeo, infine, riprendendo la parola si rivolge al governo: "Per far ripartire le assunzioni nel settore deve fare la sua parte, reintroducendo i voucher lavoro con un valore di almeno 10 euro netti l'ora, non lordi come era prima. Uno strumento che, in questa situazione di incertezza, consente alle imprese di assumere e contrastare il lavoro nero".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo: i ristoratori lanciano lo sportello 'sos lavoro' per aiutare ad assumere

FirenzeToday è in caricamento