rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
La protesta / Coverciano

Operai sul tetto per il pagamento degli arretrati, a saldare il debito ci pensa l’azienda committente

Fillea Cgil: “Risolta una vertenza importante, ma occorre intervenire sulla gestione degli appalti privati”

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Erano saliti sul tetto di un edificio in costruzione urlando e lanciando oggetti per protestare contro il mancato saldo di alcune mensilità di contributi da parte dell’azienda di cui sono dipendenti, che a sua volta non veniva pagata dall'appaltatore per via di alcune contestazioni sui lavori. Protagonisti otto operai di nazionalità egiziana di una ditta in subappalto all’interno di un cantiere edile in zona Coverciano. 

Adesso il caso si è risolto, popo una serrata trattativa, con l’intervento della Fillea Cgil Firenze: il committente, la società Spagnoli Costruzioni di Firenze, si è fatto carico dell'intero pagamento dei debiti del subappaltatore, in base al principio della responsabilità in solido.

 “Un risultato importante, grazie all’intervento del sindacato e al senso di responsabilità della committenza si è potuto chiudere al meglio una importante vertenza – commenta la Fillea Cgil Firenze - Nonostante gli sforzi del sindacato, è evidente che bisogna intervenire sulla gestione degli appalti privati, mutuando i principi del codice degli appalti pubblici”.

Sicurezza sul lavoro, in arrivo la patente a punti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai sul tetto per il pagamento degli arretrati, a saldare il debito ci pensa l’azienda committente

FirenzeToday è in caricamento