rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia Scandicci

Piquadro acquisisce il marchio "The Bridge"

Palmieri: "Lo amo da sempre. E' inizio di strategia di acquisizioni"

Piquadro acquisisce l'80% de "Il Ponte Pelletteria", società fiorentina cui fa capo il marchio di pelletteria di lusso "The Bridge". "Mi sono innamorato del marchio 'The Bridge' quando, visitando i migliori mercati vintage del mondo, ci ho trovato la doctor bag, la postina, i bauli, le valigie, pezzi da collezione per veri estimatori", afferma Marco Palmieri, presidente e ad di Piquadro. Palmieri si augura che "sia l'inizio di un processo di aggregazione di marchi di accessori nel segmento premium con forti connotati di iconicità, con i quali condividere processi e best practice". 

AZIENDA - Con le sue collezioni in cuoio pieno fiore e in stile anglo-toscano, "The Bridge" rappresenta da 50 anni la tradizione pellettiera toscana basata sulla lavorazione della bottega artigiana fiorentina e l'utilizzo dei migliori pellami italiani conciati solo con tannini vegetali, tinti a mano con tamponi di lana e lucidati con rulli d'ambra. "Il Ponte Pelletteria" è stata fondata nel 1969, oggi conta su una sessantina di dipendenti nello stabilimento di Scandicci e di 25 nella rete di negozi monomarca. Negli ultimi anni ha intrapreso una ristrutturazione per valorizzare le potenzialità del marchio e il mese scorso ha inaugurato un flagship store in franchising nello shopping mall di lusso Starfield di Hanam in Corea del Sud, dov'è già presente con altre boutique e shop-in-shop su tutto il territorio, soprattutto a Seul.  La rete distributiva de "Il Ponte Pelletteria" conta 600 punti vendita in Italia e 700 nel resto del mondo. Dal bilancio chiuso al 31 dicembre 2015 emerge che ha registrato un fatturato di circa 22,2 milioni di euro, un Ebitda negativo di circa 0,6 milioni, una perdita netta di circa 2,6 milioni con una posizione finanziaria netta negativa di circa 8,5 milioni di Euro. 

Piquadro, invece, ha chiuso l'esercizio al 31 marzo 2016 con un fatturato di 69,31 milioni di euro, in aumento di circa il 3,1% rispetto al 31 marzo 2015. Negli ultimi tre anni ha investito 7,9 milioni di euro e generato un utile netto complessivo di 11,5 milioni, dei quali cinque sono stati distribuiti sotto forma di dividendi; puo' inoltre contare su una buona situazione finanziaria avendo visto la sua posizione finanziaria netta migliorare di 3,5 milioni negli ultimi tre anni, per attestarsi agli attuali 6,7 milioni di euro (dato al 30 giugno 2016). I suoi prodotti sono oggi venduti in oltre 50 Paesi attraverso una rete distributiva che include 100 boutique a insegna Piquadro nel mondo, di cui 55 di proprietà. Per acquisire "The Bridge", Piquadro investe 3,175 milioni di euro (da corrispondersi in due tranche: 1,675 e 1,5 milioni di euro) assicurandosi il marchio, disegni e modelli (registrati o meno) e, in generale, i diritti di proprietà industriale e intellettuale allo stesso correlati.
  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piquadro acquisisce il marchio "The Bridge"

FirenzeToday è in caricamento