Baker Huges: maxi commessa da Qatar Petroleum

Prevista la fornitura di compressori refrigeranti principali - 12 turbine a gas e 24 compressori centrifughi - per gas naturale liquefatto

Baker Hughes si è aggiudicata un’importante commessa da parte di Qatar Petroleum per la fornitura di turbine a gas e compressori per il progetto North Field East (NFE), al largo della costa nordorientale del Qatar, gestito da Qatargas.

L’ordine è tra i più significativi annunciati da Baker Hughes in ambito LNG (gas naturale liquefatto) negli ultimi cinque anni - sia come capacità di produzione che come numero di macchinari - e contribuirà ad aumentare la capacità produttiva del Paese da 77 a 110 milioni di tonnellate di LNG all’anno (per un aumento complessivo di 33 milioni all’anno), avviando così la nazione del Golfo verso la leadership globale nella produzione di LNG entro il 2025.

La commessa si inserisce in un quadro di collaborazione ultra ventennale tra il business Turbomachinery & Process Solutions di Baker Hughes, Qatar Petroleum e Qatargas.

L’espansione del progetto NFE – che vede già operativi sei “mega treni” LNG spinti dalla tecnologia di turbomacchine di Baker Hughes – contribuisce a consolidare il ruolo di leadership delle tecnologie LNG di Baker Hughes nella regione e per i progetti più complessi di questo settore.

“Questo accordo mostra la forza della partnership tra Baker Hughes e Qatar Petroleum, iniziata 25 anni fa con la consegna del primo treno LNG in Qatar” ha commentato Lorenzo Simonelli, Chairman e CEO di Baker Hughes.

“Guardando ai prossimi vent’anni, in ogni scenario possibile il gas naturale rimarrà una fonte energetica chiave nella transizione verso un futuro più sostenibile, come risorsa di passaggio o come carburante di destinazione di questo processo. Grazie alla nostra esperienza nella fornitura di tecnologie LNG all’avanguardia, affidabili e particolarmente efficienti, confermiamo il nostro impegno a supportare il mercato dell’energia in Qatar in collaborazione con il nostro cliente” ha aggiunto Simonelli.

Nel dettaglio, la commessa consiste nella fornitura di quattro “mega-treni” LNG, ognuno dei quali sarà composto da tre turbine a gas Frame 9E DLN Ultra Low NOx e sei compressori centrifughi, per un totale di 12 turbine a gas e 24 compressori centrifughi.

La realizzazione dei turbocompressori, l’assemblaggio dei treni e il loro collaudo saranno effettuati negli stabilimenti italiani di Baker Hughes di Firenze e Massa.

Come parte dell'impegno generale dell'azienda per raggiungere l’obiettivo emissioni nette zero entro il 2050 e supportare i clienti nella decarbonizzazione delle loro operazioni, Baker Hughes ha investito continuamente nello sviluppo di tecnologie che consentano ai clienti di ridurre le emissioni, migliorando al contempo le prestazioni e il design della macchina per ottimizzare le operazioni del sito.

Il progetto NFE potrà contare, quindi, sulle più recenti tecnologie di compressione, che permetteranno di ridurre le emissioni di CO2 di 60.000 tonnellate per “mega-treno” ogni anno: ciò equivale ad una riduzione di emissioni del 5% rispetto alle tecnologie precedenti e alla rimozione dalla strada di 11.000 automobili ogni anno.

Inoltre, l’utilizzo di nuove tecniche di produzione permetterà una riduzione fino al 10% delle emissioni di CO2 derivanti dalla produzione delle macchine, grazie ad un minore utilizzo di materie prime (macchine con pesi ottimizzati) e all’uso di processi produttivi con emissioni più contenute.

Il North Field  è il più grande giacimento di gas naturale al mondo. Il progetto NFE, di proprietà di Qatar Petroleum e gestito da Qatargas, è la prima fase dell'espansione del giacimento North Field, annunciata nel 2017, e porterà la capacità di produzione di LNG del Qatar da 77 a 110 milioni di tonnellate all’anno entro il 2025, con un aumento della capacità di produzione di LNG di circa il 43%. La prima estrazione di gas del progetto di espansione dovrebbe avvenire entro la fine del 2025.

La seconda fase del North Field LNG Expansion Project, denominata North Field South Project (NFS), aumenterà ulteriormente la capacità di produzione di LNG del Qatar a 126 milioni di tonnellate per anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto è in linea con la National Vision 2030 del Qatar, che mira a uno sviluppo più sostenibile entro il 2030.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Coronavirus: possibili 'zone rosse' in Toscana

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • Rifiuta di indossare la mascherina: caos in Piazza della Repubblica 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento