menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un patto tra 18 comuni per promuovere il territorio fiorentino

L'assessore Del Re: "Vogliamo condividere le strategie a livello metropolitano, e gestire in modo coordinato le funzioni di accoglienza, informazione e promozione turistica"

E’ arrivato l’ok del consiglio comunale al patto tra 18 comuni per gestire i flussi e promuovere il territorio fiorentino metropolitano. Si tratta di itinerari culturali, verdi, sportivi ed enogastronomici per  una maggiore promozione in ambito turistico. Il patto, promosso dal Comune di Firenze, vuole dare vita a una programmazione forte e congiunta. 

“Vogliamo condividere le strategie a livello metropolitano – ha spiegato l’assessore Cecilia Del Re – e gestire in modo coordinato le funzioni di accoglienza, informazione e promozione turistica. Siamo orientati a promuovere in particolare il turismo culturale, verde, esperienziale, itinerante, sportivo ed enogastronomico. Un modo per valorizzare le opportunità turistiche del territorio, contribuire a gestire i flussi e a contenere la pressione turistica registrata negli ultimi anni su alcune aree delimitate. E’ la base per accedere ai contributi regionali messi a bando per gli ambiti e i prodotti turistici”. 

I comuni dell’ambito turistico individuati dalla Regione Toscana sono Bagno a Ripoli, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Figline e Incisa Valdarno, Firenze, Impruneta, Lastra a Signa, Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa e Vaglia. Il Comune di Firenze svolge il ruolo di capofila. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'oroscopo di Paolo Fox di oggi 22 febbraio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

  • Cronaca

    Scossa di terremoto: la terra trema in Mugello

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento