rotate-mobile
Economia

Parcheggi e raccordi: Roma sblocca i fondi per sette opere a Firenze

Inviata al MIMS la richiesta di utilizzare le risorse già disponibili. Tra i progetti il collegamento tra il raccordo del Varlungo e via Palazzeschi, il sottoattraversamento del Sodo e i parcheggi sotterranei di Porta Romana e via dei Renai. Il sindaco: "Procediamo sulla strada della mobilità sostenibile"

Il collegamento del raccordo del Varlungo con via Palazzeschi, il sottoattraversamento del Sodo e i due parcheggi interrati in Porta Romana e via dei Renai. Sono alcune delle sette opere che saranno progettate grazie ai fondi che arriveranno da Roma. La giunta ha infatti approvato, su proposta dell'assessore alla Mobilità e Grandi Infrastrutture Stefano Giorgetti, la richiesta al Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili di utilizzo delle risorse assegnate al Comune per la progettazione di opere prioritarie e per la redazione di progetti di fattibilità di piani urbani per la mobilità sostenibile (PUMS).

"Firenze procede sulla strada della mobilità sostenibile - commenta il sindaco Dario Nardella -. Mentre puntiamo con convinzione sulla rete delle tramvie, è fondamentale rafforzare l'intermodalità con i parcheggi scambiatori e nuovi interventi di viabilità nelle periferie. Allo stesso tempo pensiamo al centro storico, con nuovi parcheggi sotterranei a vantaggio dei residenti e delle attività commerciali. L'hub merci all'ex Gasometro è un altro intervento all'insegna della sostenibilità, volto a migliorare la rete di distribuzione nell'intera zona dell'Oltrarno".

"Abbiamo inviato al MIMS la richiesta di accedere a questo fondo già stanziato - aggiunge l'assessore Giorgetti -. Quando le risorse arriveranno potremo proseguire alla progettazione di queste opere molto importanti per la città". Nell'elenco ci sono anche il collegamento spola tra la linea 4 e il parcheggio dell'Osmannoro, il micro-hub merci al Gasometro e il parcheggio in via Villamagna. Per la progettazione di queste sette opere l'Amministrazione ha chiesto al MIMS poco meno di 1,790 milioni di euro, cui se ne aggiungono ulteriori 5 da progettare con gli eventuali economie (579mila euro).

Le sette opere inviate al Ministero

  • Viabilità Chimera-Palazzeschi

La nuova viabilità in quest'area è parte di un insieme coordinato di interventi finalizzato a ricollegare l'estremo nord del raccordo di Varlungo (e quindi l'uscita autostradale di Firenze Sud) con la zona di Rovezzano. Obiettivo realizzare un collegamento funzionale fra il Ponte di Varlungo e il sistema delle viabilità tangenziali ad est del centro abitato (viali Palazzeschi, Verga, Duse, Volta) e conseguente riduzione dei flussi di traffico che interessano i tratti più interni e i viali di circonvallazione.

  • Sottoattraversamento del Sodo

Si tratta di un'opera essenziale per completare l'anello viario a nord della città con la funzione di proseguire viale XI Agosto in direzione del polo ospedaliero di Careggi: obiettivo garantire un collegamento diretto del polo ospedaliero con le uscite autostradali di Firenze Nord.

  • Collegamento spola tramvia linea 4-parcheggio Osmannoro

L'intervento punta a realizzare un sistema di trasporto pubblico regolare e frequente per il collegamento tra il parcheggio scambiatore Osmannoro e la nuova linea tranviaria 4.2 (prosecuzione fino a Campi Bisenzio della linea 4.1 Leopolda-Piagge). Il collegamento sarà realizzato con un sistema di trasporto su gomma a guida autonoma.

  • Parcheggio di Porta Romana

La realizzazione di questo parcheggio sotterraneo si inserisce nell'ambito degli interventi di mobilità sostenibile tesi a recuperare adeguate superfici di sosta in strutture dedicate (parcheggi sia pertinenziali che pubblici, da ricavare in superficie oppure in strutture interrate e in contenitori edilizi fuori terra). Situato a ridosso dell'Oltrarno, potrà dare una risposta importante alle esigenze di sosta dei residenti e al tempo stesso garantire la migliore accessibilità al tessuto commerciale da tutelare.

  • Parcheggio dei Renai

Nel medesimo quadro si colloca la realizzazione del parcheggio sotterraneo di via dei Renai, ubicato a ridosso della zona di San Niccolò che, anche in questo caso, potrà venire incontro alle esigenze di sosta dei residenti e nel contempo garantire una migliore accessibilità del tessuto commerciale.

  • Micro-hub merci Gasometro

Questo intervento ha l'obiettivo di ridurre l'utilizzo di mezzi ingombranti e inquinanti per la distribuzione delle merci concentrato in fasce orarie molto ristrette nell'ora di punta mattutina attraverso la realizzazione di microcentri di consolidamento localizzato nell'edificio dell'ex gasometro, posto in posizione ottimale per organizzare la logistica dell'ultimo miglio nella zona dell'Oltrarno.

  • Parcheggio Villamagna

E' una zona che si sviluppa in prossimità della linea 3.2.1 Libertà-Bagno a Ripoli nel quadrante sud-est della città. In quest'area è stata individuata un'area in fregio a via Villamagna (attualmente di pertinenza degli stabilimenti del gestore del servizio idrico) che è possibile destinare alla realizzazione di un parcheggio di superficie in grado di compensare la riduzione di sosta determinata dalla realizzazione della nuova linea tranviaria. Il nuovo parcheggio è finalizzato a migliorare la qualità della vita dei residenti ma anche di favorire l'accessibilità dell'area e della linea tranviaria in ottica di scambio intermodale.

Clicca per continuare a leggere la lista degli ulteriori interventi progettati dal Comune

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi e raccordi: Roma sblocca i fondi per sette opere a Firenze

FirenzeToday è in caricamento