Economia

Palazzo Vecchio, Nardella: “A Firenze 70 milioni di deficit, il governo aiuti le città”

Il primo cittiadino: “Non è assistenzialismo, ma un modo che consente alle città di ripartire e di far ripartire l'economia”

Nel bilancio del Comune di Firenze anche quest'anno "dobbiamo far fronte a un deficit di circa 70 milioni di euro. E' fondamentale che dal governo arrivino aiuti. Questo non è assistenzialismo, ma un meccanismo che consente alle città di ripartire e di far ripartire l'economia: c'è infatti una relazione diretta tra i bilanci dei Comuni e il sistema delle imprese, perché alla fine paghiamo le ditte con gli appalti per i servizi e le opere che fanno lavorare le persone". Così il sindaco Dario Nardella nel corso di un'intervista rilasciata ieri all'agenzia Dire.

Nel 2020 "siamo sopravvissuti ai problemi economici e finanziari con un aiuto importante del governo Conte. Stiamo facendo lo stesso con il governo Draghi: abbiamo avuto un incontro con il presidente del Consiglio che ci ha rassicurato sull'aiuto dello Stato ai Comuni, in particolare alle grandi città. A breve avrò un incontro con il ministro dell'economia Franco, al quale porteremo le posizioni dell'Anci”, con la richiesta di “aiutarci sulla Tari (tassa sui rifiuti, ndr), perché è giusto andare incontro a tutte quelle imprese che sono rimaste chiuse e si trovano a dover pagare la tassa sui rifiuti; i ristori ai Comuni che hanno azzerato altre tasse, ad esempio il canone per il suolo pubblico, misura fondamentale per far ripartire la ristorazione e molte attivita' che si svolgono all'aperto".

Infine il sindaco ha nuovamente sottoineato un appello a favorire misure che rilancino il turismo e sostengano le città d'arte che, come Firenze, proprio dal turismo traggono molte risorse e sono dunque state fortemente danneggiate dalla pandemia e dunque per Nardella è necessario che il governo "aiuti i municipi, soprattutto quelli a vocazione turistica, che per esempio hanno visto una drastica riduzione dell'imposta di soggiorno".

Nell'intervista alla Dire, tra le altre cose, il sindaco è anche tornato a sottolineare come punti fondamentali del secondo mandato il completamento del sistema tramviario con le nuove linee in progetto ma anche la riqualificazione dello stadio Artemio Franchi (e dell'area circostante) per il quale potrebbe arrivare dal Recovery fund una cifra intorno ai 100 milioni di euro. (Fonte Agenzia DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Vecchio, Nardella: “A Firenze 70 milioni di deficit, il governo aiuti le città”

FirenzeToday è in caricamento