Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Palazzo Vecchio: buco di 70 milioni. Appello a Draghi: "fondo straordinario per Tari e città d'arte"

Previsti tra l'altro minori introiti da tassa di soggiorno. "Non vogliamo tagliare i servizi nè alzare le tasse"

C'è un buco di 70 milioni di euro nel bilancio di Palazzo Vecchio. E il Comune, come scrive l'odierna edizione de La Repubblica Firenze, ha bisogno dell'aiuto del governo per non vedersi presto costretto a tagliare welfare, sanità, istruzione. 

La prospettiva - spiega La Repubblica Firenze -  è quella di recuperare almeno 30 milioni da uno scostamento di bilancio già annunciato, appunto, dal governo.

Ma sul gli altri 40 è buio pesto. Se dunque Palazzo Vecchio non vuole tagliare i servizi e non intende alzare le tasse, non resta che appellarsi a Draghi: "serve uno sforzo (cioè un fondo straordinario, ndr) per le città d'arte e per ridurre la Tari a chi in difficoltà" sostiene l'assessore al bilancio Federico Gianassi.

La Tari vale circa 100 milioni per il Comune che, quest'anno, ha peraltro previsto circa 35 milioni di euro di introiti di tassa di soggiorno, cioà una cifra più bassa del solito, auspicando una ripartenza parziale a maggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Vecchio: buco di 70 milioni. Appello a Draghi: "fondo straordinario per Tari e città d'arte"

FirenzeToday è in caricamento