menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro, Poletti inaugura Jobbando / FOTO

Il ministro del lavoro: "Forse riusciremo a portare Garanzia Giovani da 29 a 32 anni"

“Se prendi un cazzotto è grave, ma se ne prendi un secondo sei ancora più stordito ed è più difficile rialzarti”. Così il ministro del lavoro Giuliano Poletti ha parlato in occasione della inaugurazione di “Jobbando 2017”. L'iniziativa, che parte oggi e si concluderà domani, punta a promuovere l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. Il ministro all'inaugurazione di ieri ha cercato di spiegare le difficoltà economiche subite dall'Italia negli ultimi 10 anni: subprime e attacchi al debito di stato hanno prodotto una doppia crisi economica. 

Oltre al ministro all'Obihall sono intervenuti Luigi Salvadori di Confindustria e il presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi. Hanno partecipato, fra gli altri, il segretario confederale Cisl Gigi Petteni, il presidente di Federmanager Stefano Cuzzilla e la presidente di Aidp Isabella Covili Faggioli.

“In Italia siamo riusciti a portare ‘Garanzia Giovani’ da 25 a 29 anni, questo strumento in Europa è adottato per persone con meno di 25. Da più parti ci chiedono di portare l’asticella a 30-32 anni”.

"Insieme alla presenza pubblica è un'ottima cosa se le organizzazioni sociali, l'imprenditoria, le comunità locali, il mondo della scuola e dell'impresa prendono l'iniziativa - ha affermato Giuliano Poletti -. Ogni decisione - ha aggiunto - specialmente quelle che i nostri giovani devono prendere guardando al futuro, più viene presa in maniera informata, più aumenta il grado di libertà e responsabilità nella decisione e nella scelta, e io credo sia un buon modo di affrontare un passaggio così importante".

Il ministro ha poi parlato del lavoro 4.0 "La tecnologia è costituita da processi umani che possono essere governati - ha spiegato -. Non è inevitabile niente. Bisogna imparare a governare questi processi finalizzandoli in modo positivo per tutti, il lavoro non si perde con la tecnologia".

La serata si è conclusa con un aperitivo organizzato dall'Istituto alberghiero Saffi e da una performance di danza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento