menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo stadio della Fiorentina, il coronavirus fa prorogare il bando di vendita dei terreni Mercafir

La nuova scadenza è fissata al 28 maggio ma la Fiorentina ha già fatto sapere che non parteciperà

In questi tempi di emergenza da coronavirus, pare davvero strano pensare che poco più di un mese fa imperversava quasi tutti i giorni la polemica sull'ipotesi del nuovo stadio della Fiorentina alla Mercafir.

Ieri, 6 aprile, doveva scadere il bando per la vendita dell'area sud della stessa Mercafir, dove chi acquistasse i terreni potrebbe costruire il nuovo stadio (Rocco Commisso peraltro alla fine ha già detto che non acquisterà i terreni e probabilmente nessuno parteciperà al bando di gara). Ad ogni modo, la data, fa sapere Palazzo Vecchio, è stata posticipata.

“Nel rispetto delle disposizioni governative per l’emergenza Coronavirus, è stato prorogato al 28 maggio il termine per la presentazione delle offerte di acquisto del complesso immobiliare ‘Area Mercafir Comparto Sud’”, si legge nel comunicato diffuso.

I provvedimenti adottati dal governo hanno infatti disposto la sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi nel quadro degli interventi per il contenimento del contagio da Covid19.

In particolare, l’articolo 103 del Decreto ‘Cura Italia’ prevede la “sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza”, stabilendo al primo comma che nel calcolo dei termini per lo svolgimento di procedimenti amministrativi “pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020”.

Nella previsione rientrano quindi gare per l’affidamento di appalti e di contratti pubblici in genere e procedure caratterizzate da una articolata sequenza procedimentale.

L’avviso pubblico per la vendita dell’ 'Area Mercafir Comparto Sud' era stato pubblicato il 4 febbraio scorso con scadenza appunto ieri, 6 aprile 2020.

La nuova scadenza è fissata al 28 maggio alle ore 12. L’apertura delle buste avverrà in seduta pubblica il 29 maggio alle 10 presso la sede dell’Ufficio Contratti del Comune di Firenze in piazzetta di Parte Guelfa 3. Ogni altro elemento dell’asta rimane invariato. Se nella busta dovesse esserci un nome, questa sì che sarebbe una sorpresa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I duetti e le canzoni cover cantate a Sanremo 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento