Casa: il mercato immobiliare torna a crescere

Dopo anni difficili, con domanda di credito precipitata del 50%, dalla seconda metà del 2014, si è registrata un'inversione di tendenza

Buona offerta, prezzi abbordabili e mutui convenienti: comprare casa è un investimento sicuro. Dopo anni difficili, con domanda di credito precipitata del 50%, dalla seconda metà del 2014, si è registrata un’inversione di tendenza che sta incrementando il passo nella direzione di una crescita moderata, costante e soprattutto sana. Mai come in questo periodo infatti è più conveniente comprare casa indebitandosi.

Le ragioni? “I mercati di riferimento, immobiliare e degli impieghi (mutui) sono ai loro livelli più bassi di sempre, anche se a inizio 2017 il tasso fisso ha avuto un moderato ritocco verso l’alto - spiega Massimo Gabelli, responsabile Toscana per MedioFimaa -. I prezzi delle case, scesi in Italia mediamente del 35% e in alcune zone di Firenze almeno del 25%, si sono adesso assestati e si può ipotizzare che abbiano toccato il fondo. Lo stesso per i tassi di interesse, i cui parametri di riferimento sono addirittura scesi sotto lo zero. A Firenze, per comprare una casa per la quale nel 2007 non sarebbero bastati 300.000 euro a fronte di una rata di mutuo con tassi al 5/6% di 1600 euro, oggi ne servono meno di 220.000, pagabili in rate costanti mensili di 826 euro a tasso fisso”.

Un altro elemento di grande opportunità è rappresentato dalla forbice tasso fisso/variabile, che si è fortemente contratta, portando molte famiglie a optare per la scelta più tranquilla, rappresentata dalla stabilità e della certezza della rata, con tassi medi nell’ordine del 3% contro un variabile che mediamente si attesta sul 2%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questi fattori - prosegue Gabelli - hanno determinato una crescita del mercato immobiliare che nel 2016 in Italia è stata mediamente del 20%, anche se qualche punto in meno per Firenze (15%), con un incremento più che proporzionale di coloro, circa il 60-70%, che per comprare ricorrono al prestito. Ne consegue che il mercato dei mutui è tornato a crescere, in forza anche di una maggiore e sempre più variegata offerta da parte delle banche, che stanno tornando in cerca di nuova clientela che ora può contare sullo strumento del mutuo ipotecario, finanziamento considerato tra i più sicuri e a lungo termine”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Incidente stradale in viale Belfiore: auto contro scooter, un ferito grave / FOTO

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento