Mercato immobiliare: 2018 in crescita, Firenze fa da traino

Previsioni 2018: +1,3% nello studio Tecnocasa. Nel capoluogo toscano le aspettative più rosee

Prospettive rosee per il mercato immobiliare nel 2018. E' quanto emerge da un indagine dell'Ufficio Studi del gruppo Tecnocasa, che prevede per il 2018 un lieve aumento dei valori nel settore immobiliare nazionale compreso tra lo zero e il due per cento, oltre ad un incremento delle compravendite tra il due e il quattro.

Firenze, insieme a Milano, è il capoluogo di Regione in cui emergono le prospettive migliori: l'aumento atteso dei prezzi si attesta all'1,3%. Per Roma, invece, non sono previsti in media incrementi di valori e questo dovrebbe essere lo scenario anche a Torino e Bari. Per Genova, invece, sono previsti valori in calo fino al 2%.

Per i capoluoghi di provincia, il quadro nell'insieme è meno favorevole, con prezzi attesi in calo fino al 2% a stabili, solo con alcune eccezioni positive. Che il mattone sia ormai fuori dalla crisi è un dato di fatto, sottolinea Tecnocasa, ma resta da capire "come" ne sta uscendo. 

Secondo lo studio, il 2017 si è chiuso intorno a 550mila compravendite a dimostrazione di un assestamento del mercato. Complici anche i prezzi sostanzialmente e mediamente stabili. Un altro segnale positivo del 2017 la diminuzione dei tempi di vendita, che attualmente nelle grandi città sono di 141 giorni, nei capoluoghi di provincia di 167 giorni e nei comuni dell'hinterland delle grandi città di 162 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 3 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 1 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento