Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia Le Cascine

Manifattura Tabacchi: siglato contratto di finanziamento da 92,3 milioni con Intesa Sanpaolo, Banco BPM e MPS Capital Services

Il finanziamento permetterà di completare la fase 2 e la fase 3 del progetto di rigenerazione della Manifattura Tabacchi di Firenze promosso da PW Real Estate Fund III LP, fondo gestito da Aermont Capital, e Cassa Depositi e Prestiti, nel rispetto di rigorosi criteri di sostenibilità e di economia circolare

Manifattura Tabacchi S.p.A. annuncia oggi la sottoscrizione di un contratto di finanziamento “Sustainability-Linked” dal valore complessivo di 92,3 milioni di euro con un consorzio di banche formato da Intesa Sanpaolo S.p.A. (“Intesa Sanpaolo”), Banco BPM S.p.A. (“Banco BPM”) e MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A., la Corporate & Investment Bank del Gruppo Montepaschi (“MPS Capital Services” e assieme a Intesa Sanpaolo e Banco BPM, il “Consorzio di Banche”). Il finanziamento, della durata di 5 anni, ha l’obiettivo di finanziare le prossime fasi dello sviluppo del progetto di rigenerazione di Manifattura Tabacchi a Firenze che prevede, entro il 2026, il recupero della storica area industriale composta da sedici edifici per un totale di circa 110.000 mq, rispettando rigorosi criteri di sostenibilità ambientale.

Il finanziamento prevede il raggiungimento di target di sostenibilità e circolarità al fine di qualificare gli impatti e i benefici generati dall’investimento, non solo nel breve termine ma durante l’intero ciclo di vita dell’intervento, individuando KPI oggettivi, misurabili e rendicontabili. Tra gli indicatori di performance monitorati, in particolare si segnalano l’ottenimento della certificazione LEED e BREEAM degli edifici come guida alla progettazione sostenibile e circolare, la conservazione e il recupero degli edifici e dei materiali, la biodiversità e l’assorbimento delle emissioni di CO2.

A cosa servirà il finanziamento

Grazie al finanziamento si attiveranno le fasi 2 e 3 del progetto, che porteranno poi alla fase 4, di completamento. Entro il 2022 è prevista la consegna della Factory, una superficie totale di oltre 21.000 mq, cuore pulsante della Manifattura di domani e polo creativo e all’avanguardia dedicato a creativi e maker contemporanei, con atelier, uffici, co-working, ristoranti e spazi espositivi.

Per l’inizio del 2023 è prevista la consegna delle residenze progettate da Patricia Urquiola, di loft e laboratori d’ispirazione industriale progettati da Q-bic e di un parcheggio sotterraneo da 800 posti. Per la fase 3 del piano di recupero, nel 2024, è pianificato il completamento di altri due edifici originali e di una nuova costruzione, destinati a residenze e uffici, e del birrificio artigianale previsto nell’ex centrale termica.

Manifattura Tabacchi_Cantiere Factory – Courtesy of Setten Genesio SpA Ph. UDB Studio_12-2

A promuovere il progetto di Manifattura Tabacchi, che si configura come il più grande piano di rigenerazione urbana in Italia, è la joint venture costituita nel 2016 per il 40% da CDP Immobiliare, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, e per il 60% da PW Real Estate Fund III LP, un fondo gestito da Aermont Capital. Manifattura Tabacchi Development Management S.r.l. (“MTDM”) è la società di sviluppo e project management che gestisce l’intero processo di riqualificazione.

Clicca per continuare a leggere i commenti all'operazione di finanziamento della Manifattura Tabacchi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifattura Tabacchi: siglato contratto di finanziamento da 92,3 milioni con Intesa Sanpaolo, Banco BPM e MPS Capital Services

FirenzeToday è in caricamento