rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Economia

Latte, l'allarme: “A rischio il 70% della produzione per aumento dei prezzi dei mangimi”

Il presidente di Fedagripesca Tistarelli chiede all'assessore Saccardi di farsi portavoce dei problemi del settore ai tavoli nazionali

 “La zootecnia toscana, come in tutta Italia, sta subendo un momento di estrema difficoltà dovuto all'aumento esponenziale dei prezzi dei mangimi, delle materie prime e dei mezzi tecnici necessari all'attività. Il rischio è perdere fino al 70% della produzione di latte vaccino in Toscana, che oggi è stimato in 500 mila quintali”. È quanto dichiara il presidente Fedagripesca Toscana Fabrizio Tistarelli che descrive le difficoltà del settore a livello regionale e nazionale.

“Ho chiesto all'assessore regionale Stefania Saccardi - spiega il presidente - di farsi portavoce del problema nella Commissione politiche agricole e nei tavoli nazionali. Sono soddisfatto perché l'assessore ha risposto prontamente e si è detta disponibile ad aiutarci”.

Attacchi dei predatori e aumento dei costi delle materie prime

“C'è stato forte ridimensionamento della produzione toscana a causa degli attacchi dei predatori - ha aggiunto Tistarelli -. Inoltre la situazione meteorologica toscana, del tutto anomala, rischia di far sì che ci sia una ulteriore grave perdita di patrimonio zootecnico, specialmente ovino e specialmente nelle aree marginali che fanno da presidio e salvaguardia del territorio. La siccità ha comportato una quasi totale assenza di pascoli”.

Tra le maggiori criticità, ha evidenziato Tistarelli, anche “l'aumento esponenziale dei costi delle materie prime come i mangimi a uso zootecnico, l'impennata dei costi energetici, l'aumento incontrollato dei servizi di genere, tutte problematiche che stanno mettendo in settore il ginocchio, già penalizzato dalla pandemia. Occorre intervenire con tempestività per evitare che questa situazione insostenibile metta a serio rischio il futuro lavorativo di molti allevatori”.

Secondo Tistarelli è necessario “chiarire quanto sia grave la situazione delle nostre realtà prouttive di settore e insieme cercare di proporre immediati strumenti di sostegno al fine di evitare la perdita definitiva di queste realtà”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latte, l'allarme: “A rischio il 70% della produzione per aumento dei prezzi dei mangimi”

FirenzeToday è in caricamento