Immobili: a Firenze prezzi in calo del 6%

In calo i prezzi delle case a Firenze, che rimane comunque la città più cara d'Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

Non solo Firenze, ma anche Siena. Negli scorsi giorni i dati emersi dall'Osservatorio sul mercato immobiliare residenziale italiano condotto dall'Ufficio Studi di Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it), avevano certificato il primato del capoluogo di regione come città più cara d'Italia (3.436 euro a metro quadro). Oggi sono stati resi noti i numeri complessivi dell'indagine e, nonostante un calo totale del 5,3% nel corso del 2015, la Toscana piazza ai vertici della classifica dei costi un'altra delle sue città capoluogo: Siena, quarta in assoluto con un costo degli immobili pari a 3.358 euro al metro quadrato. I valori delle due città sono ben più alti della media nazionale di 2.056 euro.

Se da un lato la rilevazione effettuata dal portale ha sottolineato come il mercato immobiliare toscano abbia subito notevoli flessioni nel corso del 2015, dall'altro ha evidenziato come queste si siano via via ridotte fino a una situazione di quasi stabilità nell'ultimo trimestre, dove i prezzi degli immobili sono calati appena dello 0,6%.

Fra le province toscane, quella che ha subito la maggiore flessione dei prezzi è stata Livorno (-9,5%). Qui, a dicembre 2015, il costo medio di un immobile era pari a 2.113 euro a metro quadro. Alle spalle di Livorno, in termini di riduzione annuale, si è piazzata proprio Siena con un importante -8,6%, seguita da Carrara, dove i costi delle case sono scesi dell'8,1% in un anno arrivando ad una media di 2.224 euro a metro quadrato.

Pur registrando una situazione di sostanziale stabilità nel quarto trimestre 2015 (+0,1%), nel corso dell'anno Firenze ha comunque perso il 6%, appena più di Grosseto (-5,8% - 2.363 euro/metro quadrato), Pisa (-5,4% - 2.671 euro/metro quadrato) e Arezzo (-5% - 1.864 euro/metro quadrato). Sono risultati in calo anche i costi a Massa (-4,1% - 3.026 euro/metro quadrato), a Pistoia (-3,5% - 1.829 euro/metro quadrato) e Prato (-2,4% - 1.990 euro/metro quadrato).

Unico capoluogo in assoluta controtendenza è Lucca dove i prezzi, nel corso dell'anno, sono cresciuti del 2,4% arrivando a 2.377 euro. Ad influire maggiormente è stato il valore registrato nella città durante il secondo semestre del 2015 (+5,3%), ma mitigato dall'ultimo trimestre quando i prezzi sono calati dell'1,4%.

(Segue tabella)

Di seguito la variazione dei prezzi ponderati per provincia:

Città

dic-15

VARIAZIONI

Media di €/mq

12 MESI

6 MESI

3 MESI

dic14-dic15

giu15-dic15

set15-dic15

TOSCANA

2.636

- 5,3%

- 2,6%

- 0,6%

Arezzo

1.864

- 5,0%

-2,9%

- 1,1%

Carrara

2.224

-8,1%

-4,6%

- 0,4%

Firenze

3.436

- 6,0%

- 4,3%

+ 0,1%

Grosseto

2.363

- 5,8%

- 3,5%

- 1,3%

Livorno

2.113

- 9,5%

- 6,7%

- 1,5%

Lucca

2.377

+ 2,4%

+ 5,3%

- 1,4%

Massa

3.026

- 4,1%

- 3,0%

0,0%

Pisa

2.671

- 5,4%

- 1,9%

- 1,6%

Pistoia

1.829

- 3,5%

+ 0,7%

- 0,7%

Prato

1.990

- 2,4%

- 0,9%

- 0,5%

Siena

3.358

- 8,6%

- 2,6%

+ 0,2%

ITALIA

2.056

- 5,1%

- 2,9%

- 0,4%

Fonte dati: Ufficio Studi Immobiliare.it

Torna su
FirenzeToday è in caricamento