rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Economia

Guerra in Israele e Palestina: rischio forti aumenti per energia e gas

Lo segnala segugio.it: "Rischio anche per le tariffe a prezzo fisso"

"Le prime settimane d’autunno segnano una nuova crescita delle quotazioni di luce e gas sul mercato all’ingrosso, che si registra sia sulle quotazioni attuali di ottobre che sui cosiddetti prezzi previsionali relativi alle forniture future, particolarmente importanti per i prossimi approvvigionamenti per rifornire poi di energia i clienti finali".

L’allarme arriva dall'osservatorio del portale di segugio.it, che evidenzia come, "osservando l’andamento nei singoli giorni di ottobre, il conflitto in Israele (e Palestina, ndr) abbia avuto impatto sui prezzi all’ingrosso - attuali e futuri, particolarmente colpiti" e che "l’attuale contesto geo-politico potrebbe tradursi, nel corso dei prossimi mesi, in un nuovo incremento della spesa per le famiglie. I consumatori finali con una tariffa indicizzata, infatti, rischiano un rincaro di almeno il 10%". 

Prezzi di ottobre 2023

A inizio mese di ottobre, "il costo dell’energia elettrica all’ingrosso è stato in più occasioni al di sotto dei 0,12 €/kWh (euro per chilovattora, ndr). Nel corso della seconda settimana del mese, però, si è registrato un netto aumento: il prezzo giornaliero è ora prossimo ai 0,16 €/kWh (+33%). Per trovare un valore così elevato è necessario tornare a febbraio 2023. Tuttavia, effettuando un confronto con lo stesso periodo del 2022, siamo ancora ben lontani dal prezzo d’acquisto di 0,21 €/kWh registrato a ottobre dell’anno scorso", scrivono ancora quelli di segugio, citando come fonte GME, Gestore Mercati Energetici, e mettendo in allerta su possibili aumenti anche in futuro.

Manifestazione unitaria per la pace a Firenze

FOTO - Manifestazione per la Palestina a Firenze

Il presidio in piazza Duomo a sostegno del popolo israeliano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Israele e Palestina: rischio forti aumenti per energia e gas

FirenzeToday è in caricamento