rotate-mobile
Economia Viale Filippo Strozzi

Fortezza da Basso, Nardella annuncia lavori per 10 milioni: "Il nuovo polo fieristico è realtà"

Via libera della giunta al progetto definitivo, ok al completamento del restauro delle mura e la manutenzione urgente del Padiglione Spadolini

Scatterà in estate la manutenzione straordinaria del padiglione Spadolini della Fortezza da Basso per garantire il funzionamento, l’agibilità e la sicurezza della struttura in vista della successiva ristrutturazione complessiva. Al via anche l’ultimo lotto di interventi di restauro della cortina muraria, a completamento dei tre lotti realizzati e in corso. E’ quanto ha annunciato oggi il sindaco Dario Nardella in occasione dell’apertura di Pitti Uomo alla Fortezza da Basso.

Un pacchetto di interventi da oltre 10 milioni di euro, di cui 1,2 milioni per l’ultimo lotto di restauro delle mura e 9 milioni per la manutenzione urgente degli impianti del padiglione Spadolini, in modo da ovviare alle criticità che da tempo rendono estremamente difficoltoso l’utilizzo degli spazi espositivi interrati a causa dei frequenti allagamenti legati a problemi di impermeabilizzazione e smaltimento delle acque reflue. Il progetto definitivo degli interventi è stato approvato dalla giunta di Palazzo Vecchio nel corso dell’ultima seduta del 2023. 

“E’ un momento di grandi sfide per il mercato della moda - ha detto il sindaco Dario Nardella -, che Firenze può affrontare a viso aperto con un distretto in crescita, con sempre più brand internazionali che stabiliscono qui importanti poli produttivi e sempre più aziende della moda che scelgono la nostra città per i grandi eventi, rispetto ai quali Pitti è ovviamente il polo di attrazione. Inoltre, la città si presenta in piena regola con i lavori alla Fortezza da Basso: il tabellino di marcia sta procedendo rispettando i termini e alla fine di tutti gli interventi per i nuovi bastioni e i nuovi Padiglioni avremo il polo fieristico più bello e più accessibile d’Europa. Siamo al 70% di completamento del restauro dei bastioni, mentre per i padiglioni abbiamo sostanzialmente terminato la programmazione e sono partiti il 20% dei cantieri: andiamo avanti su tutti i fronti e il nuovo polo fieristico è ormai una realtà”. 

“I lavori al Padiglione Spadolini saranno avviati a partire dall’estate con i primi lotti urgenti e un programma non impattante sulla disponibilità delle superfici espositive - hanno detto la vicesindaca Alessia Bettini e l’assessora ai Lavori pubblici Titta Meucci -. Per quanto riguarda le mura, abbiamo affidato l’ultimo tratto di lavori dei bastioni Imperiale e Strozzi: quindi adesso il restauro di tutto il perimetro della Fortezza è per la maggior parte concluso e comunque in corso per tutto il suo sviluppo”.

A fine 2023 è stato approvato anche il progetto esecutivo per la realizzazione del nuovo padiglione Cavaniglia, con gara prevista entro la fine del 2024 e avvio lavori a ultimazione del Padiglione Bellavista. Completata al 90% anche la progettazione di tutti i nuovi padiglioni, con avvio dei lavori ai nuovi padiglioni Bellavista e Machiavelli e un avanzamento dei lavori al 20% (ultimazione prevista a dicembre 2025). Procede nel frattempo il restauro dei bastioni, con due lotti ultimati (da Porta alla Campagna fino al Mastio) e un lotto in corso di realizzazione e ultimazione prevista nell'autunno del 2024 (dal Mastio al Bastione Cavaniglia). L’ultimo lotto di lavori è andato in affidamento a fine anno, con ultimazione degli interventi prevista per dicembre 2025.

Presidio dei residenti: "Riqualificateci il quartiere" / FOTO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fortezza da Basso, Nardella annuncia lavori per 10 milioni: "Il nuovo polo fieristico è realtà"

FirenzeToday è in caricamento