Economia

Fallimento Conte of Florence: licenziamento e niente cassa integrazione per 50 lavoratori

Non solo Gkn. Altra azienda in crisi e altri dipendenti mandati a casa

I cinquanta lavoratori addetti alla produzione e ai punti vendita della "Conte of Florence", storico marchio fiorentino specializzato in abbigliamento sportivo con sede ad Altopascio (LU) resteranno presto senza lavoro e senza cassa integrazione. Lo scrive La Repubblica Firenze, spiegando che la decisione è arrivata nei giorni scorsi dal curatore fallimentare, nominato nel 2018 dopo il fallimento dell'azienda.

La prossima settimana è atteso il confronto coi sindacati: la Cgil denuncia una situazione "grottesca" perché i lavoratori si ritrovano senza contributi, tutele e stipendi.

Licenziamento collettivo per tutti i 422 lavoratori di Gkn, con una e-mail

Dopo un lungo periodo di ammortizzatori scaduto il 30 giugno scorso, infatti - spiega ancora La Repubblica Firenze -  la curatela fallimentare ha avvisato i lavoratori di aver avviato l'iter per un nuovo periodo di cassa integrazione, stavolta sotto il regime di cassa straordinaria per cessazione.

Che però richiederebbe alcuni requisiti, a quanto pare non posseduti dalla Conte of Florence. In tre anni di esercizio straordinario e aste, peraltro, nessuno ha presentato un'offerta congrua per rilevare azienda e dipendenti, tutti lontani dalla pensione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimento Conte of Florence: licenziamento e niente cassa integrazione per 50 lavoratori

FirenzeToday è in caricamento