rotate-mobile
Economia Campi Bisenzio

Ex Gkn di Campi Bisenzio verso la liquidazione 

L'ex sindaco: "Non scaricare tutto sui lavoratori"

L’ex Gkn, Qf dopo esser stata entrata sotto la guida dell'imprenditore Francesco Borgomeo, potrebbe finire presto in amministrazione straordinaria. Oppure si potrebbe aprire anche la strada della liquidazione. Un epilogo infausto per quanti si sono schierati dalla parte degli oltre quattrocento lavoratori - da mesi senza stipendio - dello stabilimento di Campi Bisenzio dove si producevano componenti per l'industria automobilistica. All’interno della fabbrica, peraltro, sarebbero già cominciati i pignoramenti.  

La nota di Qf

Qf in una nota ha fatto sapere che: "Siamo stupiti che il movimento Insorgiamo sia sorpreso che la Qf dovrà andare in liquidazione. Il movimento politico ha fatto di tutto, secondo noi in maniera scientifica, per far fallire la Qf al fine di espropriare lo stabilimento e disporre dei beni a loro piacimento come sta già facendo senza alcun controllo".  

Sindacati in subbuglio

La replica dei sindacati non si è fatta attendere. In una nota congiunta Simone Marinelli, coordinatore automotive per la Fiom-Cgil nazionale, e Stefano Angelini, della Fiom-Cgil Firenze, Prato e Pistoia: “QF ha diramato una nota stampa delirante e prova ancora una volta a spostare le colpe dalla mancata reindustrializzazione sulle lavoratrici e sui lavoratori. Un atteggiamento irresponsabile come lo è stato in tutto questo periodo dove si è sempre tirata indietro nel cercare soluzioni alternative. Di illegale, nello stabilimento di Campi Bisenzio, c'è solo il presunto piano di reindustrializzazione presentato dall'azienda e contestato dai lavoratori, Rsu e Istituzioni. La paventata messa in liquidazione della azienda è l'ulteriore atto di irresponsabilità di una proprietà che non vuole prendere atto del fallimento del progetto presentato e farsi da parte per dare una reale opportunità di rilancio. Va fatta immediata chiarezza e trovato un percorso sostenuto dalle Istituzioni, per questo chiediamo al MIMIT e alla Regione Toscana di anticipare l'incontro convocato il 24 febbraio”.  

La politica

“La liquidazione di Qf sarebbe una sconfitta per tutti: brucerebbe sia il lavoro degli operai e del collettivo di fabbrica che quello di scouting messo in campo dalla regione. Il punto irrinunciabile per me è non scaricare tutto sui lavoratori e le loro famiglie”. Così Emiliano Fossi, ex sindaco di Campi, ora deputato Pd e membro della commissione Lavoro della Camera, sull’ipotesi liquidazione di Qf-ex Gkn.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Gkn di Campi Bisenzio verso la liquidazione 

FirenzeToday è in caricamento