rotate-mobile
Economia

Editoria, la Giunti compra il marchio Bompiani

Firmato a Milano il contratto di cessione

La storica casa editrice fiorentina Giunti ha acquistato "Bompiani" grazie ad un'intesa con il gruppo Mondadori - Rizzoli. La cessione avviene in ottemperanza ai rimedi indicati dal provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) nell’ambito dell’operazione di acquisizione di Rizzoli Libri finalizzata il 14 aprile 2016. Quello firmato ieri a Milano è un accordo da 16.5 milioni di euro, comprensivo di 5,3 milioni di euro relativi ad asset trasferiti all’acquirente, su cui dovrà esprimersi l’Antitrust. Il Presidente del gruppo di via Bolognese Sergio Giunti: "Si conferma e cresce il nostro interesse per la narrativa, cui ormai, da qualche tempo, dedichiamo risorse ed impegno, riprendendo una tradizione lunga e importante della nostra storia". 

"La previsione per l’esercizio 2016 – si legge in una nota -  relativa al perimetro oggetto di cessione stima ricavi per 15,3 milioni di euro e un EBITDA normalizzato di circa 1,3 milioni di euro; al 30 giugno 2016 Bompiani detiene una quota dell’1,8% nel mercato trade (fonte GFK)".

La Giunti – con la sua lunga tradizione iniziata nel 1841 - nel 2015 ha realizzato con le case editrici e le 190 librerie un fatturato di 198 milioni di euro. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Editoria, la Giunti compra il marchio Bompiani

FirenzeToday è in caricamento