Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Duomo: prove con un dispositivo che permette di rispettare le distanze di sicurezza

Per la prima volta utilizzato nell'ambito museale

 

L’Opera di Santa Maria del Fiore si sta preparando alla riapertura dei monumenti del Duomo di Firenze ai turisti e per questo ieri ha effettuato le prove con un nuovo dispositivo che permette di mantenere la distanza di sicurezza tra i visitatori. Per primi a utilizzarlo nell’ambito museale nel mondo, il sistema garantisce il massimo della sicurezza e del confort nella visita.

Si tratta di un dispositivo (Tag EGOpro Social Distancing) di piccole dimensioni (circa 7 cm per 5, per 1,30 di profondità), fornito gratuitamente ai turisti all’inizio delle visite, che una volta indossato segnala con un suono, vibrando e illuminandosi, che è stata superata la distanza minima consentita. Terminata la visita, il dispositivo sarà riconsegnato e sanificato per essere poi riutilizzato. Il sistema è anonimo e non traccia i movimenti e i dati.

Tag EGOpro Social Distancing è stato realizzato dalla società italiana AME (Advanced Microwave Engineering), con sede a Firenze, che vanta una pluriennale esperienza internazionale nell’ambito della sicurezza in ambienti industriali, che ha adattato la loro tecnologia all’emergenza Covid creando un sistema che garantisce la distanza interpersonale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento