rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Economia

Decreto Festività, Confcommercio: "Servono misure compensative"

Il presidente Cursano: "Sennò sarà il tracollo per locali e discoteche"

Formalizzata la nuova stretta anti Covid, col decreto Festività presentato ieri sera da Palazzo Chigi, Confcommercio Toscana chiede subito "di prevedere immediate e adeguate misure economiche compensative che possano attenuare le disastrose ricadute di questa situazione sulle imprese". La richiesta è formalizzata da Aldo Cursano, presidente regionale dell'associazione di categoria.

"La severità dei provvedimenti - sottolinea - attesta la gravità della situazione. E noi non possiamo che prenderne atto". Alcune attività, come per esempio le discoteche, resteranno chiuse almeno sino al 31 gennaio. "Questo significa il tracollo totale. Ci sono investimenti e contratti difficilmente recuperabili, che si tradurranno in un bagno di sangue economico", spiega Cursano.

"Abbiamo purtroppo capito che per uscire dall'incubo Covid il vaccino non basta, quindi chiediamo alla Regione Toscana di intensificare il suo impegno per potenziare il sistema del contact tracing e isolare subito i casi positivi, tenendo sotto controllo le future varianti. Non possiamo permetterci di bloccare un intero Paese come è già avvenuto in passato, abbiamo tutti gli strumenti per far convivere salute e lavoro. Utilizziamoli tutti", conclude il presidente toscano di Confcommercio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Festività, Confcommercio: "Servono misure compensative"

FirenzeToday è in caricamento