Crisi Roberto Cavalli: ancora incertezza per 200 lavoratori

I sindacati pronti alla mobilitazione

Una manifestazione per la crisi di Roberto Cavalli (foto d'archivio)

A distanza di quasi tre mesi dalla scadenza del termine fissato dal giudice per il concordato in bianco, ancora oggi non c’è stata l’omologa del Tribunale di Milano sul piano di ristrutturazione del debito presentato dall’azienda. Crescono quindi la preoccupazione e l’incertezza sul futuro per i dipendenti della Roberto Cavalli delle due sedi di Milano e Firenze: l’omologa del Tribunale, infatti, è condizione per l’acquisto definitivo della società da parte di Damac e, quindi, per comprendere davvero le reali intenzioni della nuova proprietà.

"E’ incomprensibile e quindi inaccettabile che fino ad oggi non sia stato possibile avere chiarezza sulle prospettive dell’azienda e sulla sorte dei 200 lavoratori di Cavalli", scrivono i sindacati Filtcem Cgil Firenze e Milano e Femca Cisl Firenze e Milano.

I sindacati ritengono non più sostenibile il clima che si è determinato in azienda. Se non ci sarà uno sblocco immediato della situazione chiederanno, con la mobilitazione, un tavolo istituzionale per evitare che venga messa ulteriormente a rischio la continuità dell’azienda e il futuro delle 200 famiglie coinvolte dalla vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento