menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi Covid, il grido d'allarme del comparto wedding: "Fatturato giù dall'80 al 100%, le istituzioni ci sostengano"

La Toscana è regione regina del settore, con un fatturato di oltre 160 milioni di euro annui solo per il destination wedding. Mazzei (FederMep): "7.000 operatori dimenticati dal governo"

Un crollo del fatturato di oltre l’80% per matrimoni ed eventi privati, che sale al 100% per il destination wedding. E' l'effetto della crisi Coronavirus su un comparto economico che vede la Toscana regione regina, con un fatturato di oltre 160 milioni di euro annui solo per il destination wedding. E di oltre un miliardo di euro, complessivamente.

Naturale dunque che proprio dalla Toscana sia partito l’appello alle istituzioni di Federmep, la federazione che rappresenta le imprese e i liberi professionisti della filiera.

“Solo nella nostra Regione - ricorda il vicepresidente Pasquale Mazzei - contiamo oltre 7mila operatori economici, travolti dalla crisi causata dal Covid che ha portato alla cancellazione della stagione dei matrimoni (da maggio a settembre) e di quella degli eventi privati tipici del periodo pre natalizio".

Matrimoni: settore al collasso

"Eppure la nostra filiera - denuncia Mazzei - è stata in gran parte dimenticata nei provvedimenti presi dal governo”. A rendere ancor più complessa la ripartenza, c'è poi la particolarità del prodotto di questi professionisti.

“I nostri eventi - spiega la wedding planner Sara Barni - in particolare i matrimoni e soprattutto quelli con sposi stranieri, richiedono una lunga fare preparatoria. Questo significa che per noi la riapertura non sarà ripartenza e per un ritorno alla normalità dovremo aspettare almeno il 2022”.

Ecco dunque l’appello rivolto alle istituzioni regionali e nazionali: “Non chiediamo mance, ma forme di sostegno necessarie per resistere e non disperdere un patrimonio di competenze, esperienze e passione, come ribadiamo nella videolettera aperta, girata in Toscana e inviata al presidente del Consiglio Conte alla vigilia di Natale”, concludono Mazzei e Barni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Eventi

Castello di Sammezzano: esauriti i posti per le visite del Fai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento