Crisi Coronavirus, Nardella: "Vicini a ripianare il disavanzo del Comune, grazie a risparmi e aiuti di Stato"

Si partiva da -180 milioni. "L'estate è andata male, -50% volume affari rispetto all'anno scorso"

Foto Agenzia DIRE

"Firenze partiva con una previsione di disavanzo di 180 milioni ma siamo vicini a ripianare tutte queste mancate entrate: sia grazie al risparmio fatto in città, che agli aiuti dello Stato".

Lo ha spiegato il sindaco Dario Nardella intervenendo a Radio Cusano Campus a proposito delle difficoltà al bilancio comunale prodotto dagli effetti economici e sociali legati al Coronavirus.

"All'inizio - dice Nardella - ero molto preoccupato. E pur essendo di un partito al governo, il Pd, non ho lesinato critiche. Però devo dire che il presidente Giuseppe Conte ha ascoltato noi sindaci negli ultimi due mesi".

Ora, prosegue il sindaco, "spero che il Governo aiuti prima di tutto le città, soprattutto le aree metropolitane, con i recovery fund.
Si parla di ambiente, digitalizzazione, innovazione: tutti questi miliardi, 209 che l'Italia potrà utilizzare, devono trasformarsi subito in qualcosa di concreto per dare fiducia alle imprese e ai cittadini".

Per quanto riguarda l'economia fiorentina in generale, ad oggi si sono persi almeno 7 miliardi. "L'estate e' andata ovviamente male - ha spiegato Nardella - perchè nelle migliori delle ipotesi siamo arrivati a un 50% di volume economico e di presenze rispetto all'anno precedente. C'e' preoccupazione per l'incertezza dei prossimi mesi".

Con la depressione dei flussi turistici "Firenze come Città metropolitana ha perso più di un miliardo di euro" nel settore. Il grosso tuttavia, l'ha perso allargando il tiro su tutto il fronte economico: "Quasi 7 miliardi in meno - afferma Nardella - perchè siamo il distretto italiano della moda, dell'artigianato e poi ci sono anche le grandi industrie manifatturiere".

Tuttavia, al di là del quadro dalle tinte fosche, "non voglio che ci si pianga addosso. Io vorrei - dice il sindaco - che tutti noi considerassimo questa epidemia come un'opportunità. Certo, non è facile spiegarlo a chi ha perso un caro, un parente con il covid, o a chi ha perso il posto di lavoro".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Però davanti a noi "abbiamo due strade: o ci piangiamo addosso e viviamo come un lutto eterno questa epidemia, oppure tiriamo fuori orgoglio, forza, creatività, energia per imparare qualcosa e uscire fuori migliori da tutto questo" ha aggiunto il sindaco.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento