Crisi Coronavirus: consumi dimezzati in Toscana e più che dimezzati a Firenze

L'impietosa analisi curata da Confimprese-EY

Sono dimezzati, rispetto al 2019, i consumi in Toscana. E a Firenze va ancora peggio.

Il trend negativo emerge dallo studio permanente sull’andamento dei consumi in ristorazione, abbigliamento e non-food elaborato da Confimprese-EY.

La pandemia ha pesantemente colpito il commercio, che peraltro aveva già un trend in decrescita nei mesi precedenti il lockdown.

In Toscana, rispetto alle altre regioni italiane, si registra la flessione peggiore in assoluto: -48,8%.

Ad accusare il colpo peggiore è, fisiologicamente, Firenze: il capoluogo di regione registra infatti un -50,4%.

In crescita c'è solo il commercio on-line, come spiega Mario Maiocchi di Confimprese.

"Dalle prime analisi post lockdown – sottolinea Maiocchi – si evidenziano mutamenti nei modelli di consumo che, in alcuni casi, permangono anche dopo la fine delle limitazioni normative".

"Mi riferisco - aggiunge - all’accelerata propensione verso i canali digitali, che impone forti riflessioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento