La spesa "bio" costa il doppio di quella normale

Un riscontro fatto tra due carrelli contenenti gli stessi prodotti, sebbene uno interamente biologico e l'altro "tradizionale" ha fatto emergere un dato: la spesa bio costa il doppio di quella normale

Bio come Biologico è sicuramente un valore etico, salutaristico, del nuovo millennio ma in un momento di crisi come questo si deve fare i conti per tutto. In particolare al supermercato. Alcuni vanno in uno o l'altro punto vendita con la stessa facilità con cui si allacciano le scarpe, ma molti sfogliano, incrociano, confrontano i cataloghi delle offerte per seguire il "prezzo famiglia" o la "confezione convenienza". Il 2000 ha portato con se anche il ritorno al settore biologico, quello che dovrebbe essere la normalità, come locomotore di un nuovo trend alimentare.
Un'inchiesta dell'associazione AltroConsumo ha fatto emergere un dato curioso. Con la spesa bio si spende quasi il doppio. Questo quanto emerso dai riscontri dei due carrelli, bisogna però sottolinere una cosa: i prodotti bio hanno minor diffusione, cicli interi di maturazione e ridotto uso di prodotti chimici.
Queste i dati riportati dall'associazione: "Lo abbiamo scoperto andando a fare la stessa spesa in un negozio tradizionale (Esselunga) e in uno specializzato in prodotti bio (Natura sì): lo scontrino bio è quasi il doppio rispetto a quello tradizionale.
Abbiamo acquistato frutta e verdura, pasta e passata di pomodoro, biscotti, succhi di frutta e latte, olio e dadi da brodo. Le differenze di prezzo tra i singoli prodotti variano molto: rispetto ai prodotti della spesa tradizionale, con quelli bio si va dal 13% in più per le arance tarocco bio a quasi il 200% in più per i dadi da brodo (costano quasi il triplo).
Ci sono altri esempi significativi: da Natura sì, il pane e i cracker li abbiamo pagati il doppio rispetto a quelli acquistati all’Esselunga. Le zucchine il 130% in più, le carote l’80% in più come l’olio. Alla fine alla cassa dell’Esselunga abbiamo pagato 30,21 euro contro 54,38 euro di Natura sì. Una differenza di 24,17 euro pari all’80% in più".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • In Toscana torna il weekend in zona gialla: cosa si può fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 16 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento