rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Economia Centro Storico / Via dei Servi

La Corte dei Conti parifica il bilancio della Regione Toscana

Superati i rilievi espressi dai giudici contabili lo scorso luglio. Toghe convinte dalla legge e dalle correzioni di Giunta e Consiglio regionale

La Corte dei Conti ha completato la parifica del rendiconto generale della Regione Toscana del 2021. Nel corso di un'udienza pubblica tenuta stamani in prosecuzione del giudizio avviato lo scorso luglio, le toghe contabili hanno superato i rilievi sollevati in merito al salario accessorio riservato al personale degli staff al servizio di gruppi consiliari e assessori regionali: 172 assistenti nel complesso.

Lo scorso luglio la parifica era stata sospesa limitatamente a questo aspetto, poiché l'inquadramento degli emolumenti risultava difforme rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale, a fronte però di una precisa riserva di legge in capo allo Stato.

A cascata anche l'imputazione contabile di 1,9 milioni a carico del bilancio della Regione anziché del fondo del salario accessorio era stata contestata dalla Corte.

Entrambe le contestazioni, di natura meramente tecnica, sono state considerate risolte col giudizio espresso dalla sezione di controllo, presieduta dalla giudice Maria Annunziata Rucireta.

Decisivi, in questo senso, una proposta di legge correttiva approvata nelle scorse ore dalla commissione Affari istituzionali del Consiglio regionale e l'intervento della Giunta che ha autorizzato l'adozione degli atti conseguenti.

La pronuncia dei giudici di via de' Servi viene chiosata con positività dal presidente della Regione, Eugenio Giani, intervenuto durante l'udienza: "Mi ritengo assolutamente soddisfatto dalle valutazioni che sono state fatte dalla Corte che per noi diventano un riferimento".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte dei Conti parifica il bilancio della Regione Toscana

FirenzeToday è in caricamento