Cna: al via il progetto di scambio economico e culturale con la Cina

Tutto sarà coordinato dal Sino-Italian Design Exchange Center

La Cna di Firenze ha ufficializzato il programma di scambio economico e culturale tra il capoluogo toscano e Changsha, capitale e città più popolosa della Provincia dello Hunan, in Cina, luogo di nascita di Mao Zedong.

Un centro famoso con ricche tradizioni legate all’artigianato ed economia fondata principalmente su lavorazione e produzione di macchinari, elettronica, materiali da costruzione, cibo e bevande, media (è il quartier generale della Hunan television, gigante dell’intrattenimento del Dragone i cui programmi sono tra i più seguiti del Paese).

Il programma sarà coordinato dal Sino-Italian Design Exchange Center, il Centro che a Firenze si occupa della cooperazione e della creazione di opportunità formative, espositive ed imprenditoriali per le imprese italiane e cinesi. “CNA è pronta a cogliere le opportunità del progetto e a stringere con il Sino-Italian Design Exchange Center relazioni proficue che consentano la contaminazione delle migliori eccellenze dei due paesi”,  ha commentato Fabrizio Cecconi, direttore generale dell’associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Coronavirus, Giani: "Toscana arancione da domenica"

  • Toscana zona arancione: cosa cambia da domenica 6 dicembre

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 3 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Toscana zona arancione, Giani firma nuova ordinanza: "Congiunti? Non posso fare nulla"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento