rotate-mobile
Economia Campi Bisenzio

Centri commerciali chiusi nel weekend: saracinesche abbassate a I Gigli

La protesta a livello italiano

Questa mattina protesta dei centri commerciali che hanno manifestato contro le chiusure nei fine settimana con il gesto simbolico di abbassare le saracinesche per alcuni minuti. 

L’iniziativa, che in Italia ha coinvolto 30.000 negozi e supermercati, era stata promossa dalle associazioni del commercio, ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC–Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, che chiedono l’immediata revoca delle misure restrittive che da oltre sei mesi impongono la chiusura dei negozi nei giorni festivi e pre-festivi. Una protesta che interessa circa 780mila lavoratori a livello italiano.

A livello locale hanno aderito, tra gli altri, il centro commerciale I Gigli di Campi Bisenzio. Alle 11 la maggior parte dei negozi della galleria ha calato le saracinesche con lo slogan “Chiudiamo per aprire”.  

“Questa è una serrata nazionale alla quale ha aderito anche il centro commerciale I Gigli per chiedere l’apertura nei weekend dei centri commerciali, che rappresenta il 30-35% di affluenze e fatturato totali. Una chiusura, quella dei weekend, che va avanti da oltre 6 mesi” così ha commentato il direttore del centro commerciale I Gigli, Antonino D’Agostino.

“L’intero comparto in Italia rappresenta 780mila persone - ha detto il direttore D’Agostino - Ai Gigli lavorano oltre 2mila persone la chiusura nel weekend rappresenta un calo del fatturato importante”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri commerciali chiusi nel weekend: saracinesche abbassate a I Gigli

FirenzeToday è in caricamento