Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Tecnologia: un casco innovativo che aumenta la sicurezza dei motociclisti 

Proclamati i vincitori della competizione di idee di Impresa Campus

Un casco dotato di intelligenza artificiale che aumenta il livello di sicurezza dei motociclisti si aggiudica il primo posto nella competizione di idee innovative elaborate da giovani dell’Università di Firenze nell’ambito del programma Impresa Campus Unifi (prima call 2021). Il gruppo vincitore si chiama Health-Met ed è composto da tre ingegneri meccanici e un ingegnere dell’automazione. Al secondo posto il progetto di PowerEmp che propone alle industrie soluzioni di efficienza energetica per evitare le conseguenze di eventuali black out e supportare così l’attività di manutenzione della rete. Sul podio anche Identibit che offre una piattaforma di autenticazione unica online alle imprese che devono verificare l’identità digitale dei propri clienti per offrire i propri servizi sul web.
Questo il responso di "Unifi Startup Campus. Start Up e progetti d'impresa - anno 2021", l'appuntamento che è svolto ieri in Aula magna per iniziativa dell’Ateneo fiorentino con il sostegno della Fondazione CR Firenze e la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione.

La finale ha visto sfidarsi i migliori progetti di innovazione – otto in tutto - messi a punto da laureandi, neolaureati, dottorandi, dottori di ricerca, assegnisti che hanno svolto i percorsi di preparazione e di accompagnamento del programma Impresa Campus, a cura del Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell'Incubatore universitario (CSAVRI).

Al termine della mattinata Amneris Bonaiuti di “Start-up Success Federmanager Toscana” ha consegnato i premi ai vincitori della iniziativa: 3.000 euro al primo, 2.000 al secondo e 1.000 al terzo classificato da utilizzare per attività formative e partecipazione ad eventi, tutti avranno anche l’opportunità di seguire il programma di formazione di Start-up Success.
 
Il progetto Impresa Campus è giunto attualmente alla dodicesima edizione e dal 2013 a oggi ha accompagnato quasi 800 giovani dell’Ateneo in un percorso di formazione che li ha supportati nell’elaborazione di idee innovative a vocazione sociale e imprenditoriale - spiega Marco Pierini prorettore al Trasferimento tecnologico, Attività culturali e Impatto sociale dell’Università di Firenze – si tratta di un progetto che è cresciuto nel tempo grazie agli attori che compongono l’ecosistema dell’innovazione fiorentina e proprio questa collaborazione si è rivelata fondamentale nel riuscire a interpretare al meglio i bisogni del territorio. Per la seconda volta consecutiva, inoltre, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, siamo riusciti a pubblicare due bandi e non uno soltanto come negli anni passati. La prima call 2021, che oggi presenta i risultati del lavoro svolto, ha raccolto 65 candidature con un totale di 124 giovani coinvolti, la seconda ha ottenuto 48 candidature e la partecipazione di 84 ragazzi. Sono numeri significativi che raccontano l’apprezzamento dei nostri interlocutori e ci incoraggiano a proseguire in questa direzione”.
 
“La mia presenza questa mattina vuole sottolineare l'apprezzamento per il lavoro portato avanti in questi anni – ha dichiarato l’assessora all’università e ricerca della Regione Toscana Alessandra Nardini -, che dimostra come Firenze e la Toscana siano terra di innovazione. Oggi sostenere con ancora più forza la sinergia tra università, ricerca e impresa è requisito imprescindibile per ripartire e rispondere alle sfide che abbiamo di fronte, a cominciare da digitalizzazione e  sostenibilità. Questa sinergia consente di creare occupazione, difendere l'occupazione e far compiere un passo in avanti al nostro sistema produttivo all'insegna dell'innovazione e della competitività. Stiamo affrontando un momento di difficoltà ma abbiamo di fronte anche opportunità, come il PNRR e il nuovo settennato dei fondi europei, che non possiamo farci sfuggire. Vogliamo scommettere sull’intelligenza e sullo spirito di iniziativa delle giovani generazioni, ovvero il presente e il futuro della Toscana”.
 
"Le idee innovative diventano opportunità di impresa e trovano casa a Firenze grazie a un ecosistema dell'innovazione ormai strutturato e vivace - ha detto l'assessore all'Innovazione Cecilia Del Re -. Un sistema sempre più integrato, in grado di accogliere e accompagnare giovani e startup nel percorso di crescita, coniugando gli elementi imprenditoriali con le istanze non più rinviabili di transizione verso uno sviluppo sostenibile. Con MakeNextFlorence è attivo anche lo sportello virtuale di orientamento che riunisce i principali attori istituzionali e privati attivi sull'innovazione in città".
 

''Da circa sei anni – ha dichiarato il Direttore generale di Fondazione CR Firenze Gabriele Gori - la Fondazione è impegnata nel supporto e nella valorizzazione di una serie di iniziative sviluppate all'interno dell' ecosistema fiorentino dell' innovazione. Alcuni di questi progetti sono nati proprio in seno alla Fondazione, che ha individuato partner strategici e istituzionali con cui condividere obiettivi e attività, altri sono l'espressione della missione dell'Università di Firenze sulla valorizzazione della ricerca e il trasferimento tecnologico. Rientra in quest'ultima tipologia il supporto, sia finanziario che operativo, che la Fondazione ha assicurato in questi anni a Impresa Campus e, in generale, alle attività dell'Incubatore universitario. Ci piace dire che abbiamo fatto un bel lavoro insieme e oggi vediamo i risultati. I tre progetti che hanno vinto questa edizione sono frutto di ricerche di ambito ingegneristico e tutti 'maturi' e sfidanti, ma mi sento di ringraziare e fare i nostri complimenti a tutti i ragazzi che oggi si sono cimentati nella competizione: le competenze acquisite in questo percorso sono preziose e porteranno i frutti sia che vogliate insistere nell'idea in cui credete, sia che vogliate cambiare strada. L'esperienza non è mai persa ma rappresenta sempre un nuovo punto di partenza''.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnologia: un casco innovativo che aumenta la sicurezza dei motociclisti 

FirenzeToday è in caricamento