La classifica

A Firenze l’affitto si mangia metà stipendio

Indagine del Sole 24Ore: il peso è del 46,5% contro una media nazionale del 35,2%. Secondo posto per Prato

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Vivere in affitto a Firenze è un salasso. L’ultima “certificazione” in ordine di tempo arriva dal ‘Sole 24Ore: il canone si mangia quasi metà dello stipendio, il 46,5%, undici punti in più della media nazionale. E subito dopo c’è Prato, con il 45%.

Il quotidiano di Confindustria, che ha incrociato i dati dell’Omi (Osservatorio del mercato immobiliare) con le statistiche fiscali delle Finanze, prende in esame l’evoluzione dei canoni liberi tra il 2018 e il 2023: l’incidenza sul reddito dei lavoratori dipendenti è aumentata del 3,6%, a Firenze “solo” del 2,4% ma quanto basta per regalare un poco invidiabile primato.

I prezzi crescono più dell’inflazione: come riporta ‘Il Sole’, nel 2018 la mensilità media nei capoluoghi era 615 euro; l’anno scorso è stata di 731 euro. Se l’aumento fosse stato identico all’inflazione rilevata dall’Istat a livello nazionale, l’asticella non avrebbe superato i 715 euro. Firenze è anche seconda per il costo dei nuovi contratti: 967 euro al mese, dietro alla sola Milano con 1.122 e davanti a Roma, 947.

La fotografia scattata dal quotidiano mostra come siano incrementati pure i canoni del canale concordato, il cui peso sul reddito è salito dal 27,5 al 29% negli ultimi cinque anni, con 15 capoluoghi oltre il 30%. Tra questi ci sono ancora una volta Firenze (35,8%) e soprattutto Prato, in testa col 39,3%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Firenze l’affitto si mangia metà stipendio
FirenzeToday è in caricamento