La vertenza / Calenzano

Acme: dopo il ritiro dei licenziamenti, l’azienda punta al rilancio

Nuovo tavolo in Regione: verrà redatto un Piano industriale e saranno riportate all’interno alcune produzioni

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Nuovi spiragli per il lavoratori dell’Acme di Calenzano, dopo il ritiro della procedura di licenziamento collettivo. Nei giorni scorsi ulteriore tavolo in Regione alla presenza di Valerio Fabiani, consigliere del presidente Giani per le crisi aziendali, del sindaco uscente Prestini, dei sindacati di categoria (Fiom Cgil e Uilm Uil) e  dell'azienda.

Azienda che si è assunta l'impegno di rilanciare la società, anche riportando al suo interno volumi di lavoro, e di redigere un Piano industriale che dia garanzie per il futuro dei lavoratori e dell'attività stessa. “Accogliamo con favore la scelta di Acme di scommettere sull'azienda assumendosi l'impegno ad investire e fino alla ricollocazione. Una decisione che dà valore alla mobilitazione dei lavoratori. In attesa della presentazione Piano Industriale e di un accordo complessivo di salvaguardia, riteniamo questa una corretta modalità di affrontare le difficoltà del comparto”, commentano i sindacati. 

Al tavolo è stato infatti concordato che, qualora la crisi che sta investendo l’intero comparto moda, ostacolasse la ripresa, Acme si farà comunque carico di salvaguardare i 14 lavoratori anche anche ricollocandoli presso le altre aziende del gruppo Florence Luxury Leather, che conta un centinaio di dipendenti.

“Continueremo a vigilare e monitorare la situazione - dichiara Fabiani - ma certamente il ritiro della procedura di licenziamento collettivo è un risultato importante e d’altra parte in attesa dell'intervento del Governo nella filiera della moda invocato dalla Regione tramite il presidente Giani e l’assessora Nardini, i casi concreti che si propongono al tavolo regionale devono essere affrontati. È importante anche che l’azienda abbia messo in campo una reazione allo stato di difficoltà del comparto. È un tentativo che tutti sosterremo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acme: dopo il ritiro dei licenziamenti, l’azienda punta al rilancio
FirenzeToday è in caricamento