rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia Figline Valdarno

Bekaert, la Regione convoca unità di crisi e tavolo tecnico

Dopo la conferma del 'no' alla cassa integrazione residua e dei licenziamenti da parte della multinazionale

La multinazionale Bekaert, al tavolo tecnico presso Arti, ha ribadito ieri il ‘no’  all’utilizzo delle residue 8 settimane di cassa integrazione Covid previste in Legge finanziaria e la volontà di procedere al licenziamento collettivo di 112 lavoratori.

Immediata è partita la convocazione dell’Unità di crisi il prossimo 23 febbraio e del tavolo tecnico per il 24, ultimo giorno utile per chiudere la procedura di licenziamento collettivo.  

Al tavolo tecnico la Regione aveva "chiesto l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, la cassa Convid, la sospensione della procedura di licenziamento collettivo e l’attivazione immediata di un tavolo con il Mise" spiega in una nota la Regione stessa.

Solidarietà ai lavoratori da parte di Valerio Fabiani, consigliere del presidente Giani delegato al lavoro e alle crisi aziendali, che comprende la decisione dei sindacati di non firmare il licenziamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bekaert, la Regione convoca unità di crisi e tavolo tecnico

FirenzeToday è in caricamento