rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
L’accordo

Sicurezza sul lavoro, patto Comune-sindacati: stop ai subappalti a cascata

Obiettivo trasparenza. Cantieri privati, sarà creata una banca dati condivisa per verificare il rispetto delle regole

Trasparenza, rigore, pari opportunità e inclusione lavorativa dei disabili, sicurezza nei cantieri e responsabilizzazione dei committenti privati. Questi i punti principali del protocollo d’intesa sugli appalti siglato questa mattina dal sindaco di Firenze Dario Nardella con i sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil. Un iter che parte da lontano e che ha subito un’accelerazione dopo la tragedia di via Mariti dello scorso 16 febbraio.

L’accordo nel dettaglio

L’intesa prevede anzitutto trasparenza in tutti gli appalti del Comune di Firenze sia di lavori che di servizi che forniture: l’amministrazione si impegna a incontrare le organizzazioni sindacali per illustrare e analizzare la programmazione dei lavori pubblici; inoltre ci saranno accordi per Cantieri trasparenti in analogia a quanto già fatto per le tramvie in appalti di importo superiore a due milioni di euro. 

Quindi rigore nell’applicazione dei contratti, prevedendo di utilizzare il contratto collettivo nazionale e quelli integrativi regionali o territoriali e previsione di costo della manodopera e sicurezza non ribassabili. Poi, ancora, per garantire la sicurezza dei cantieri utilizzo degli strumenti premiali nei bandi di gara ed istituzione del tavolo permanente per la sicurezza negli appalti di importo superiore a un milione di euro, no al subappalto a cascata; creazione di una banca dati dei cantieri privati condivisa con i soggetti competenti al controllo per verificare il rispetto delle regole. Strumenti premiali anche per le pari opportunità di genere e inclusione lavorativa dei disabili.

In base al protocollo poi, c’è l’obbligo per l’amministrazione comunale di verificare, qualora venga proposto in sede di offerta un diverso contratto, che siano garantite ai dipendenti le stesse tutele economiche e normative di quello indicato dalla stazione appaltante; inserimento di clausole risolutive del contratto anche nel caso in cui successivamente alla stipula del contratto intervengano elementi interdittivi sulla documentazione antimafia. 

Le reazioni del Comune

“È il primo protocollo del genere in Italia, che definirei storico per quanto riguarda sicurezza e trasparenza dei cantieri. Dopo la tragedia di via Mariti era necessario uno scatto in avanti, lo abbiamo fatto e mi auguro che anche il Governo faccia lo stesso per una situazione ancora molto grave e allarmanti”, le parole del sindaco Dario Nardella. L’assessora al Sociale Sara Funaro, citando la delibera sul salario minimo ha ammonito che “la sicurezza deve essere la priorità. Come assessore alla scuola ho applicato uno dei primi cantieri trasparenti del Comune e oggi proseguiamo quel percorso”, mentre quello alla Mobilità Stefano Giorgetti ha ricordato il protocollo approvato in Città metropolitana sulla sicurezza dei cantieri della tramvia; il segnale che l’amministrazione ha a cuore lavoratori e sicurezza e non arretra nelle tutele”.

I commenti dei sindacati

“C’è una svolta nella qualificazione del lavoro negli appalti; gli appalti non sono più luogo di risparmio sul costo del lavoro ma quello dove si investe nella qualità e nella sicurezza del lavoro: più salario, più diritti, più tutele”, dice il segretario della Cgil Firenze Bernardo Marasco. “L’auspicio è che questo diventi un modello da esportare”, Fabio Franchi (segretario generale Cisl Firenze-Prato) evidenzia la “volontà dichiarata dell’attuale giunta di dare risposte giuste al salario negli appalti nel comune di Firenze, con la firma del protocollo abbiamo riportato quella volontà nell’alveo che è proprio dei temi salariali, quello della contrattazione, partendo dalla corretta applicazione contrattuale”, infine Leonardo Mugnaini (coordinatore Uil Firenze) parla di “accordo importante, che però non si esaurisce con la firma: va applicato, monitorato e lo faremo nei tre anni che ci siamo dati come orizzonte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza sul lavoro, patto Comune-sindacati: stop ai subappalti a cascata

FirenzeToday è in caricamento