rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Economia Centro Storico / Piazza dell'Olio

Cioccolato: apre Slitti, stile baita e angolo selfie / FOTO

Il locale verrà inaugurato nel pomeriggio. Si punta sul praline, merenda e cioccolata calda

Slitti apre in stile Cortina d’Ampezzo. Una delle montagne più blasonate d’Italia trova un omaggio nel nuovo locale che inaugura nel pomeriggio (alle 16) in Piazza dell’Olio, a pochi passi dal Duomo. 

Dopo 54 anni il marchio di Monsummano Terme, azienda nata come torrefazione e da primi anni Novanta tuffatasi nel mondo del cacao, apre il suo secondo punto vendita dopo quello storico della Chocolate Valley Toscana. Il locale gigliato vede un ampio dehor con angolo selfie, pensare che una seggiovia è stata smontata ieri da Monte Amiata fa bella mostra di sé all’esterno del locale. L’arredamento, come detto, richiama le Dolomiti e il concetto di baita con fiocchi di neve e sci. Un concept studiato da Silvia Slitti, figlia dell’ad che lavora nel campo degli eventi di alto livello. Al momento sono sedici le persone che lavorano nello store anche se la proprietà è interessata a trovare qualche giovane da formare. 

L’interno, il locale sarà aperto dalle 8 alle 20, si sviluppa su un piano di 150 metri quadrati a cui se ne aggiungono altrettanti nelle cantine. Qui da ottobre prenderà piede l’angolo merende, uno spuntino slow per rilassarsi riprendere fiato dopo un passeggiata all’ombra del campanile di Giotto o dopo una visita agli Uffizi. Si potrà assaggiare churros, waffle, krapfen al gelato, pasticceria classica, torte e spaziare tra oltre quaranta tipi di praline. Avvolgente la cioccolata in tazza. Dolci a cui si potrà rinunciare, o abbinare, optando per un aperitivo a base di tartare, crostoni, schiacciate e croissant salati. 

Nel negozio è stato installato anche un corner dedicato al torrefazione. Infatti la famiglia Slitti nasce nel mondo del caffè. In tazza si va dal pressato al chemex, in base all’esperienza che si voglia testare. Viaggiando nei sapori di Kenya, Etiopia e Colombia oltre alle miscele arabiche. 

I coperti sono poco meno di una quarantina al piano principale, che raddoppieranno quando saranno conclusi i lavori nel locale seminterrato. 

Il core business è ovviamente il cioccolato. Qui si spazia in una selezione di pregiati cacao di Perù, Venezuela e Madagascar con una tostatura eseguita a fiamma spenta. Non mancherà qualche novità a stretto giro, già per Pasqua: uova al cioccolato bianco con pistacchio di Bronte, bigusto, nocciola e caramello.

“Era il 1988 quando durante un pranzo domenicale - racconta il maitre chocolatier Andrea Slitti - ho parlato alla famiglia dicendo che volevo avventurarmi nel campo del cioccolato, mondo che mi aveva affascinato per la sua varietà”. “Nel 1993 sono arrivati i primi premi in Francia. Paese che, insieme al Belgio, erano considerate le patrie più di peso in questa specialità”. Adesso siano a 190 premi raggiunti in carriera. L’obbiettivo futuro è il Medio Oriente. 

Apertura cioccolateria Slitti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cioccolato: apre Slitti, stile baita e angolo selfie / FOTO

FirenzeToday è in caricamento