rotate-mobile
La nomina

Cavalieri del lavoro: doppio riconoscimento per la Toscana con Lucia Aleotti e Chiara Boni

Imprenditrici protagoniste nei settori della farmaceutica e moda. Oggi il presidente Mattarella ha firmato il decreto

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Doppio riconoscimento per l’imprenditoria toscana: ci sono infatti Lucia Aleotti e Chiara Boni tra i 25 Cavalieri del lavoro nominati oggi dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il capo dello Stato ha firmato oggi il decreto su proposta del ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso.

Lucia Aleotti, nata nel 1966, è presidente di Pharmafin, holding di controllo del Gruppo Menarini, multinazionale di famiglia attiva nei settori farmaceutico e diagnostico. Negli anni ha rivestito cariche di vertice fino ad assumere la presidenza della capogruppo A. Menarini Ifr dal 2013 al 2018, di cui sviluppa la presenza nel settore della ricerca con le acquisizioni di Silicon Biosystems, start up di tecnologie per la biopsia liquida e di CellSearch, attiva nella diagnostica oncologica. Oggi il Gruppo Menarini è presente in 140 Paesi (17.800 dipendenti) con un export dell’80%. Con 18 sedi produttive, di cui otto in Italia, e uno stabilimento per produrre anticorpi monoclonali, realizza 600 milioni di confezioni di farmaci l’anno. Nove i centri di ricerca, di cui quattro in Italia. Da poco Aleotti è entrata nella nuova squadra di Confindustria nazionale sotto la presidenza di Emanuele Orsini.

La stilista Chiara Boni, 75 anni, già assessore regionale alla comunicazione della Regione Toscana con il presidente Claudio Martini, è stata premiata in quota Lombardia.  Fondatrice e presidente di Chiara Boni & Sons, l’azienda, nata a Firenze nel 1971 come boutique per la commercializzazione della collezione “You Tarzan, me Jane”, da lei disegnata e firmata, è tra i principali marchi italiani di alta moda. Nel 2007 ha lanciato La Petite Robe, una linea di abiti femminili eleganti realizzati in tessuto stretch e ripiegabili in micro buste di tulle. Oggi il marchio conta quattro boutique monomarca a Milano, Roma, Firenze e Los Angeles e nel 2022 ha registrato una crescita del 64% del fatturato rispetto all’anno precedente. Con un export di circa il 90%, occupa 30 dipendenti.

“È particolarmente significativo che il capo dello Stato abbia voluto dare una onorificenza di così alto valore a due persone così legate al nostro territorio e che rappresentano due aspetti essenziali della Toscana nel mondo la ricerca scientifica e la moda”, le parole del presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavalieri del lavoro: doppio riconoscimento per la Toscana con Lucia Aleotti e Chiara Boni

FirenzeToday è in caricamento