menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana Aeroporti: più di 77mila passeggeri in 15 giorni

Segnali di ripresa dopo lo stop del Coronavirus

Un segnale incoraggiante per il turismo e l'economia toscani in 15 giorni, nei due aeroporti del territorio Pisa e Firenze, si sono registrati 77mila passeggeri (con un fattore di riempimento degli aerei superiore al 53%). Questo aumento arriva dopo che le misure resesi necessarie per contrastare l’epidemia Covid-19 avevano sostanzialmente azzerato i movimenti nei due scali a partire da marzo.

Sono più di 20 le compagnie aeree che hanno ripreso a volare nei due aeroporti, riattivando oltre 60 rotte, di cui circa 40 internazionali e 20 nazionali.

 Più in dettaglio, presso l’aeroporto di Pisa sono transitati oltre 56.000 passeggeri, qui sono operative 12 compagnie che servono più di 30 destinazioni internazionali e 11 nazionali con un fattore di riempimento dei voli del 58%.

 Nell’aeroporto di Firenze sono transitati più di 20.000 passeggeri, sono nuovamente attive 13 compagnie aeree che servono più di 20 rotte tra nazionali e internazionali con un fattore di riempimento dei voli superiore al 43%.

Dati ancora molto lontani dalla “normalità” pre-Covid-19: dal confronto tra i dati dei primi 15 giorni di luglio del 2019 e i primi del 2020 è emerso che il calo dei passeggeri è pari all’81,9% (già in netto miglioramento rispetto al -97,5% del mese di giugno 2020, con un dato progressivo dei primi sei mesi di -72,8%). In uno scenario particolarmente complesso per l’intero settore dove, a livello europeo, Aci-Europe stima un calo del traffico dell’81% a luglio e del 74% in agosto si evidenziano però i primi importanti segnali di ripresa con ripercussioni significative sull’intero indotto economico.

Quasi tutti gli esercizi commerciali presenti negli scali hanno riaperto, così come sono stati riattivati i servizi di trasporto gomma e rotaia per raggiungere i due aeroporti, riaperti la quasi totalità dei parcheggi con offerte promozionali particolarmente vantaggiose e stanno via via ripartendo anche gli autonoleggi.

Misure di sicurezza

Particolarmente importante, nel favorire la ripresa, l’impegno di Toscana Aeroporti che, presso i due scali, ha implementato un protocollo di sicurezza specifico che prevede, su base volontaria, la possibilità per i passeggeri in partenza di sottoporsi – prima dell’ingresso in aeroporto – a un test sierologico veloce. Inoltre, prima dell’ingresso nell’aerostazione, i passeggeri in partenza – ai quali vengono offerti guanti, mascherine e gel sanificante – accedono a un portale per la sanificazione personale, irrorato da una nebbiolina di perossido di idrogeno.

Le misure di contrasto al Covid-19 adottate da Toscana Aeroporti per realizzare degli scali il più possibile “covid safe” dove i passeggeri possano viaggiare nella più assoluta sicurezza e serenità, hanno inoltre ricevuto l’attestazione di verifica da parte dell’ente di certificazione SGS Italia.

“I dati di traffico dei primi 15 giorni di luglio, seppur ancora lontanissimi dalla normalità pre-Covid, uniti all’ottima risposta da parte delle compagnie aeree che stanno via via riattivando i collegamenti su Firenze e Pisa rappresentano una importante iniezione di fiducia per affrontare la delicata fase della ripartenza. Dopo un periodo di straordinaria difficoltà, rivedere i passeggeri popolare i nostri aeroporti insieme alla ripresa dei servizi è motivo di grande soddisfazione”, ha affermato il Presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento