Zuppetta di pane e cavolo nero di Giorgione

  • Categoria

    Antipasto
  • Tempo

    30 minuti circa
  • Dosi

    1 persona

La ricetta

Toscano

Giorgione e il Gambero Rosso hanno viaggiato tra Lazio, Calabria, Puglia e Toscana alla scoperta degli abbinamenti migliori tra oli DOP e IGP e tradizione culinaria. La tappa nella madre patria di Dante Alighieri ha spinto lo chef a realizzare due piatti molto cari alla Toscana: il peposo e una zuppetta di cavolo nero.

I migliori oli d'Italia, la guida

Andiamo alla scoperta della zuppetta e del suo abbinamento con l'olio Toscano Igp.

Preparazione

Laviamo e spiumiamo i cavoli – cioè priviamo le foglie della costa interna coriacea, serbiamo le parti verdi e i cuori teneri – e sminuzziamo “alla brutazza”. In un tegame facciamo rosolare un filo d’olio, l’aglio schiacciato e un nonnulla di peperoncino; poi tuffiamo il cavolo, lo facciamo stufacchiare con qualche mestolo di brodo e aggiustiamo di sale. Nel frattempo che va, tagliamo il pane a cubotti e lo facciamo soffriggere in padella con olio extravergine, peperoncino e scorzetta di limone grattugiata. Quando sarà bello dorato lo sistemiamo nel piatto da portata, prendiamo il cavolo e con fare molto suadente facciamo un lavoretto “di fino” e lo versiamo tutto sopra il pane.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento