Salvia fritta in pastella

Una variante della classica salvia fritta

  • Categoria

    Antipasto
  • Dosi

    Per quattro persone

Foglie di salvia (5 foglie a testa)

Farina (1 cucchiaio di farina)

Acqua frizzante fredda

Olio di semi

Sale quanto basta

Procedimento

Lavare le foglie e asciugarle. In una ciotola creare la pastella unendo la farina, l'acqua frizzante fredda e un pizzico di sale: è necessario creare un composto cremoso (nè liquido nè troppo denso). Se si ha un dubbio sulla consenstenza provare a immergere una foglia la pastella deve rimanere ben "attaccata" alla salvia.

In un pontolino portare a temperatura l'olio (per fare la prova si può inserire uno stuzzicadenti, l'olio è pronto se si creano molte bollicine intorno al legnetto) e immergere le foglie. Saranno pronte quando la pastella sarà gonfiata, croccante e leggermente dorata.

Posizionare su un vassoio con carta assorbente o carta gialla. Servire con un'ultima spolverata di sale (se necessario).

La ricetta

La salvia fritta in pastella è una variante della salvia fritta, perfetta per chi non vuole usare l'uovo e ottenere una ricetta vegana. 

La salvia fritta in pastella è una variante della salvia fritta, perfetta per chi non vuole usare l'uovo e ottenere una ricetta vegana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FirenzeToday è in caricamento