Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Zona arancione e shopping di Natale: software e controlli contro gli assembramenti

Vertice in prefettura per individuare le aree a maggior rischio assembramenti. Interessate piazze, outlet e centri commerciali. Nuova ordinanza interpretativa del presidente Giani 

In vista del rientro in zona arancione della Toscana, le istituzioni locali si preparano a gestire eventuali assembramenti. Oggi si è infatti tenuto il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica (Cosp) a cui hanno preso parte il prefetto, vertici delle forze dell'ordine e sindaci dei Comuni metropolitani dove insistono i centri commerciali della provincia più frequentati.

Firenze città

A Firenze sono state individuate cinque aree di massima allerta a maggior concentrazione di esercizi commerciali e artigianali, all’interno delle quali sarà rafforzata la vigilanza delle forze dell’ordine e della polizia municipale. 

Il potenziamento dei controlli, volto alla regolazione dell'afflusso di persone, partirà il 6 dicembre e andrà avanti fino al giorno di Natale. L’azione preventiva sarà supportata dall’utilizzo in via sperimentale da parte del Comune di Firenze di una tecnologia software in grado di rilevare il numero di persone presenti in una determinata area cittadina.

Area metropolitana 

I controlli si estenderanno anche ai principali centri commerciali dell’area metropolitana (ipermercati, outlet, grandi magazzini, etc…). Il prefetto e il sindaco di Firenze, insieme ai sindaci dell’area metropolitana, hanno rivolto un appello alla cittadinanza affinché sia osservato il massimo rispetto delle misure anti-contagio.

Il presidente Giani prepara una nuova ordinanza  

Intanto il presidente della Regione Eugenio Giani si prepara a firmare una nuova ordinanza di tipo interpretativo. "Ufficialmente per l'emergenza Covid la Toscana passa in zona arancione. Il decreto del ministro della Salute prevede che dalla mattina di domenica possano riaprire i negozi. All'interno del comune si potrà liberamente passeggiare, circolare, agire senza bisogno dell'autocertificazione" ha affermato nel corso di una diretta Facebook in merito all'emergenza.

Il governatore ha quindi annunciato anche un atto interpretativo per permettere ulteriori attività legate alla zona arancione: "Domani pubblicherò un'ordinanza che consentirà anche lo svolgimento da domenica di attività per via interpretativa, penso alla caccia anche se delimitata nell'ambito territoriale Atc, e la pesca possibile nel territorio toscano, insieme ad altre attività come estetisti, raccolta di olive e tartufi. Ma gli argomenti di dettaglio li definiremo domani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zona arancione e shopping di Natale: software e controlli contro gli assembramenti

FirenzeToday è in caricamento