Cronaca

Zara: licenziamento di 38 magazzinieri

La lettera di Filcams Cgil all'azienda

La protesta dei magazzinieri di fronte al negozio di via Calimara

Chiusura del magazzino Zara a Reggello, col conseguente licenziamento di 38 lavoratori: è quanto scritto in un nota di Filcams Cgil Firenze.

La Filcams Cgil a sua volta ha replicato all’azienda in una lettera, inviata oggi. “Abbiamo chiesto a Zara - spiega la Filcams Cgil - di individuare soluzioni volte al mantenimento dell'occupazione, del salario e dei diritti dei lavoratori. I comportamenti di Dhl, loro partner sulla logistica, non sono neutri rispetto al marchio e sulla credibilità dell'azienda rispetto all'occupazione. Dismettere un magazzino determina nei fatti un problema occupazionale e non possono soltanto dirci che è un problema di Dhl, in quanto questi è un loro partner. Abbiamo quindi chiesto a Zara Italia di rendersi protagonista della vicenda, fino a prendere in considerazione l'affidamento diretto di tale servizio, reinternalizzando i servizi di logistica”.

Il 15 febbraio, insieme ad alcuni membri della Rsu dei negozi di Firenze, la Filcams Cgil di Firenze si è recata presso il magazzino di Reggello per portare la propria solidarietà ai lavoratori in presidio, mentre il 16 febbraio, a Firenze davanti a Zara in piazza Repubblica, si è svolto un presidio di protesta.


La protesta di sabato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zara: licenziamento di 38 magazzinieri

FirenzeToday è in caricamento