Cronaca

Vittorio Cecchi Gori: la Cassazione conferma la revoca dell'indulto

L'ex patron viola sta scontando la pena ai domiciliari

E' stato respinto dalla Cassazione, il ricorso della difesa dell'ex patron viola Vittorio Cecchi Gori. Lo scorso 16 ottobre la Corte d'appello di Roma aveva revocato l'indulto per il produttore cinematografico fiorentino con conseguente condanna da scontare per 8 anni, 5 mesi e 26 giorni.

Il Covid 'grazia' Cecchi Gori: va ai domiciliari

La difesa aveva presentato ricorso proprio per la revoca dell'indulto. In particolare, il cumulo della pena è stato determinato dalla condanna definitiva - a 5 anni, 8 mesi e 26 giorni - per il fallimento Safin. Cecchi Gori sconta la pena agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Cecchi Gori: la Cassazione conferma la revoca dell'indulto

FirenzeToday è in caricamento