rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Tentò la violenza alla spiaggetta: condannato a 7 anni

Il senegalese punito per una precedente violenza: il tribunale di Firenze lo aveva scarcerato, pochi giorni dopo è tornato ad agire

E' stato condannato ieri a sette anni di reclusione Ouhamed Gueye, il senegalese accusato del tentativo di violenza sessuale avvenuto lo scorso 31 agosto alla spiaggetta sull'Arno. Il 24enne è stato punito per una violenza sessuale precedente, condita anche da uno scippo, commessa il 10 giugno 2015 ai danni di una studentessa americana in borgo San Jacopo sempre a Firenze. A riportare la notizia è la cronaca fiorentina de La Repubblica

Gueye, residente a Poggibonsi, è stato regolare in Italia fino all’aprile 2015, come venditore ambulante. Dopo la violenza era stato arrestato e rimase venti giorni in carcere. Poi era finito ai domiciliari. Il 15 luglio scorso, a processo iniziato, il tribunale di Firenze lo ha liberato. Così, un mese e mezzo dopo, il senegalese ha potuto agire nuovamente. E' stato catturato a Courmayeur, mentre tentava di fuggire dopo la seconda violenza fiorentina. Ora è in carcere in Piemonte, dove aveva ricevuto una nuova misura cautelare per la violenza del 2015, che ha rimediato in qualche modo alla scarcerazione operata un mese e mezzo prima.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò la violenza alla spiaggetta: condannato a 7 anni

FirenzeToday è in caricamento