Cronaca

San Casciano Val di Pesa: maltratta l'ex moglie, il giudice gli vieta di avvicinarla

La misura eseguita dai carabinieri nei confronti di un 32enne italiano

Nella serata di ieri i carabinieri di San Casciano Val di Pesa hanno eseguito una misura cautelare emessa dal gip del tribunale fiorentino a carico di un 32enne italiano, resosi responsabile di atti persecutori in danno della ex consorte, coetanea. Si tratta del divieto di avvicinamento alla parte offesa e dell’allontanamento dalla casa familiare.

Dopo l’interruzione della convivenza avvenuto in aprile per maltrattamenti che sarebbero decorsi almeno dall’inizio dell’anno, hanno ricostruito i militari, l’uomo si sarebbe infatti reso responsabile di una serie di atti ingiuriosi, molesti e violenti, ingenerando nella donna timori per la propria incolumità e inducendola a cambiare abitudini.

I successivi accertamenti dell'Arma hanno appurato "l’attualità delle condotte persecutorie", spiegano i carabinieri, da cui è poi scaturita l’emissione del provvedimento cautelare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Casciano Val di Pesa: maltratta l'ex moglie, il giudice gli vieta di avvicinarla

FirenzeToday è in caricamento