menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende a pugni la compagna e le provoca trauma cranico, era già stato arrestato 7 giorni prima

Per la donna, in passato minacciata di morte, anche la frattura del pavimento dell'orbita oculare: 30 giorni di prognosi. L'uomo di nuovo in manette

Era stato arrestato per maltrattamenti e lesioni dai carabinieri soltanto una settimana fa, domenica 17 gennaio, dopo avere aggredito la compagna con schiaffi e pugni, minacciando di morte sia lei che i suoi familiari.

Nell'occasione la donna, visitata all'ospedale di Santa Maria Nuova, aveva avuto una prognosi di 7 giorni mentre il giudice per l'uomo, italiano di 35 anni, aveva infine disposto il divieto di avvicinamento.

Il 35enne è stato nuovamente arrestato ieri, questa volta dalla polizia, sempre per maltrattamenti e lesioni, per avere di nuovo picchiato selvaggiamente la compagna.

Quest'ultima infatti, nonostante le continue vessazioni subite da anni, lo aveva, secondo le ricostruzioni, ancora una volta riaccolto in casa, un paio di giorni fa.

Ieri è scoppiata l'ennesima lite, sempre per futili motivi. All'interno dell'abitazione, come poi raccontato dalla donna, l'uomo l'ha colpita violentemente al volto strappandole anche i vestiti che aveva addosso.

Un colpo che ha lasciato un evidente livido sull'occhio della donna e che, come poi verificato in ospedale, ha causato alla donna la frattura del pavimento dell'orbita oculare.

La donna è quindi uscita di casa, con giubbotto e maglione strappati, recandosi a chiedere aiuto nei locali della Misericordia di Settignano. E' stata però seguita dall'uomo che l'ha nuovamente presa a schiaffi.

Nel frattempo è stato dato l'allarme e sul posto, siamo intorno alle 14:45 di ieri, domenica 24, sono giunti gli agenti della polizia che hanno fermato il 35enne.

L'uomo è stato nuovamente arrestato. Addosso aveva anche una dose di cocaina e una di marijuana. La donna è stata visitata al pronto soccorso di Santa Maria Nuova e le è stato riscontrato anche un lieve trauma cranico. La prognosi è di 30 giorni.

La donna ha riferito di avere subito nel corso della relazione con l'uomo numerose violenze psicofisiche. Oltre a questi ultimi due arresti, il 35enne era stato già denunciato nel 2019, sempre per maltrattamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento