rotate-mobile
Cronaca Capraia e Limite

Picchia la compagna davanti al neonato: arrestato

L'episodio avvenuto a Capraia e Limite: le violenze andavano avanti da tempo

Tornava a casa spesso ubriaco e picchiava e maltrattava la covivente con il figlio neonato in casa. E' stato arrestato a Capraia e Limite dai carabinieri di Empoli, un 44enne pregiudicato ed accusato di maltrattamenti in famiglia. I militari sono intervenuti ieri sera intorno alle 22 dopo la chiamata della donna che, piangente, ha riferito di essere stata picchiata violentemente per l'ennesima volta. 

All'arrivo sul posto i carabinieri hanno trovato la donna sola, con le labbra gonfie e qualche graffio sul viso rigato dalle lacrime. In un'altra stanza il neonato che piangeva. Dopo aver chiamato il 118 per prestare le necessarie cure alla vittima, gli uomini si sono messi alla ricerca dell'uomo, rintracciato in pochi minuti. 

In ospedale insieme alla bambina la donna ha raccontato ai militari la storia di continue violenze che andavano avanti da tempo. L'episodio di ieri, che ha comportato la chiamata al 112, ha visto il convivente rincasare completamente ubriaco, accusando la donna di essere rientrata tardi con la bambina. Dopo averle sferrato calci e pugni gli ha scaraventato anche una tazzina di caffè in faccia. Poi l'ha minacciata ed è uscito di casa.

Alla donna è stato diagnosticato un referto medico di 30 giorni: un dito rotto e la tumefazione dello zigomo. L’uomo si trova ora in carcere a Sollicciano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la compagna davanti al neonato: arrestato

FirenzeToday è in caricamento