menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio Pinchiorri

Giorgio Pinchiorri

Vino: Enoteca Pinchiorri mette all’asta 2.500 bottiglie della sua cantina

A Londra il 12 settembre, presso la casa d'aste americana Zachy’s Don Zacharia. Tra i 'colli' più pregiati, due Romanée-Conti Domaine 1990, due magnum Vosen Romaèe Cros Parantoux 1999 e 6 Bordeaux Pétrus 1961. Pinchiorri: "Ma il Covid non c'entra"

Vanno all'asta dall’americana Zachy’s Don Zacharia, 2.500 bottiglie di vino da collezione sulle oltre 60.000 stipate nella cantina dell’Enoteca Pinchiorri, ristorante fiorentino tre stelle Michelin di Annie Feolde e Giorgio Pinchiorri.

“Enoteca Pinchiorri: The Legendary Cellar”: questo il nome dell’asta sulla collezione di vini della cantina del mitico locale a due passi dal Ponte Vecchio. L'asta si terrà a Londra il prossimo 12 settembre. Il valore a base d’asta delle 2.500 bottiglie sfiora i 2 milioni di euro.

“La crisi Covid – ha spiegato Giorgio Pinchiorri a Il Messaggero -  non ci ha influenzato. Zachy’s ci aveva chiamato prima dell’esplosione della pandemia. Certo, in questo momento è anche utile, ma per noi è una ulteriore vetrina delle straordinarie eccellenze che abbiamo”.

I lotti più pregiati dell’asta dei vini Pinchiorri saranno due bottiglie di Romanée-Conti Domaine 1990, a 30.000 euro; due magnum di Vosen Romaèe Cros Parantoux del 1999 che possono arrivare a 100.000 euro e 6 bottiglie di Bordeaux Pétrus del 1961, circa 40.000 euro di valore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus: 526 nuovi positivi e 6 decessi in Toscana

  • Meteo

    Maltempo: nuova allerta in Toscana

  • Cronaca

    Sedicenne in fuga con l’influencer di TikTok

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento