rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Bellosguardo / Via Giano della Bella

Vini Migranti: piccoli grandi produttori da tutto il mondo al Conventino

Un'occasione "per dare spazio a piccole e uniche realtà vitivinicole che si fanno portavoce di un messaggio di integrazione"

Nuovo evento per gli amanti del vino. Arriva al Conventino 'Vini Migranti', nato da un’idea di Teseo Geri e "dal sogno di riunire una serie di visionari produttori di vino provenienti un po’ da tutto il mondo. Vini migranti rappresenta l’occasione per dare spazio a piccole e uniche realtà vitivinicole che si fanno portavoce di un messaggio originale, ribelle e culturale: l’integrazione! Questa manifestazione si propone il modesto scopo di donare sorrisi, bei momenti da passare insieme e qualità dell’offerta proposta. Per far si che questo potesse accadere sono stati selezionati 50 produttori, Italiani e non".

Vino: Buywine 2022, oltre 5 milioni di euro di ordini all'estero

Non mancheranno vini stranieri accompagnati dai rispettivi produttori. In degustazione dal Libano il vino di Eddie che rifugiato dalla Siria si è trasferito in Beeka Valley, dove sta coltivando un Cabernet in un terreno espropriato agli Hezbollah. Ci sarà in persona Ernesto con i suoi vini da Mendoza (Argentina) prodotti presso la sua Bodega Mara de Uco. Ernesto vive a Firenze e sta arricchendo di cultura la città con progetti di riqualificazione urbana e resistenza culturale. Berremo Champagne con Alain Legret.

Presenti ovviamente anche produttori toscani: dai bastian contrari a riferimenti assoluti dell’enologia regionale. Inoltre, una bella selezione di tanti produttori italiani dal Trentino con i vitigni resistenti tanti, dal Piemonte con Barolo, dalle Marche per poi arrivare a presentare il VAC – Vignaioli Artigiani di Cosenza e altri vignaioli siciliani.

Il-conventino-768x768-2

L’evento si articolerà come segue: ci sarà la mostra mercato con banchi di assaggio nei quali sarà possibile assaggiare i vini che inizierà alle 11 del mattino e finirà alle 18 la domenica, dalle 10 alle 18 il lunedi, ci saranno degustazioni guidate, tenute da professionisti del settore, con masterclass e approfondimenti irrinunciabili: dall’eclettico Walter Massa all’argentino Ernesto Catena, dai vitigni Resistenti “Piwi” ad un’inusuale introspettiva sui confini del Chianti Classico.

La manifestazione si svolge domenica 6 e lunedì 7 Marzo a Firenze presso “Il Conventino “ in Via Giano della Bella 20 (fra Porta Romana e Piazza Tasso). Un luogo cittadino costruito nel 1920 e da sempre dedito alla valorizzazione degli artigiani Fiorentini. Il Lavoro artigiano come ogni storia duratura include amore e fatica. Questo accomuna i vignaioli e i “residenti”. L’ingresso costa 15 euro, il biglietto può essere acquistato in loco oppure prima dell’evento a questa mail: info@vinimigranti.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vini Migranti: piccoli grandi produttori da tutto il mondo al Conventino

FirenzeToday è in caricamento